In arrivo i primi soldi per gli interventi connessi alla Torino-Lione: 20 mln per la stazione di Rebaudengo

lavori per la Tav

Attesi dal gennaio del 2009 alla fine i primi soldi per le opere connesse alla realizzazione della Torino-Lione sono arrivati. Il Cipe, il comitato interministeriale per la programmazione economica, ha sbloccato 30 milioni. Si tratta di venti milioni, la prima tranche di un investimento complessivo di 200 milioni, che saranno utilizzati per la stazione di Rebaudengo.

«Questi fondi – spiega l’assessore regionale alle Infrastrutture, Barbara Bonino, presente alla riunione – insieme ai 142 milioni di fondi europei Fas che saranno sbloccati dalla Regione, ci permetteranno di bandire a settembre la gara per la progettazione e realizzazione del potenziamento di Rebaudengo, stazione chiave per il potenziamento dei collegamenti ferroviari metropolitani, compresi quelli dalla Valsusa, verso l’aeroporto di Caselle». Gli altri dieci milioni, richiesti espressamente dal presidente della Regione, Roberto Cota, rappresentano l’anticipo delle risorse compensative previste per la realizzazione del tunnel di base “nel quadro delle misure emerse sul territorio per preparare e accompagnare l’inserimento della nuova linea”, si legge nell’ordine del giorno del Cipe. L’utilizzo di questi fondi sarà deciso all’interno di un tavolo di concertazione tra Regione, provincia ed enti locali.

Una concertazione che – come riportato da La Stampa – non passerà dal comitato di pilotaggio coordinato dalla provincia di Torino per gestire il piano strategico ma, come prevede espressamente la delibera del Cipe, dall’Osservatorio tecnico guidato da Mario Virano. L’Osservatorio, dunque, diventa anche il tavolo di regia dove definire le politiche di sviluppo legate alla Tav. «Adesso – spiega ancora Bonino – abbiamo 120 giorni di tempo dalla data di pubblicazione sul bollettino ufficiale per concertare le priorità con gli enti locali». Virano conferma: «Adesso ci dovremo attrezzare per preparare l’istruttoria per l’utilizzo delle risorse». Ma il commissario governativo sottolinea anche un altro aspetto della delibera: «Il Cipe ha dato il via libera al progetto low cost della Torino-Lione e ha incaricato la società Ltf di elaborare la progettazione definitiva dell’opera dal confine di Stato fino a Susa/Bussoleno».

© Riproduzione Riservata

Commenti