Quasi certamente lo “Special Two” sarà il prossimo allenatore dei nerazzurri. Unica alternativa i dragões

André Villas-Boas

La strada è ormai tracciata e, al bivio tra due vie, si attende solo di capire il passo decisivo quando e in che direzione avverrà.

“Andrè Villas Boas sarà il prossimo allenatore dell’Inter o ritornerà al Porto”. Non ha dubbi Manuel Pereira, giornalista di A Bola, il quotidiano sportivo più autorevole del Portogallo, intervistato nelle scorse ore dal portale specializzato Calciomercato.com.

“L’ex allenatore del Chelsea è un’opzione più che seria per il club di Moratti: nel mio Paese siamo certi che firmerà con i nerazzuri o tornerà a guidare il Porto. E’ vero infatti che si era lasciato molto male con Pinto Da Costa, il Presidente dei Dragoni, e che molti tifosi non l’hanno mandata giù, ma la situazione pian piano è cambiata a causa dei pessimi risultati ottenuti quest’anno da Vitor Pereira. Sono però convinto che se Moratti spingerà forte sull’acceleratore Villas Boas sceglierà l’Inter, dove ha già lavorato, è apprezzato da tutti e conosce l’ambiente. Seguirebbe così le orme del suo maestro Josè Mourinho: anche lui era stato esonerato dal Chelsea, ma poi con l’Inter ha vinto tutto…”.

Ma qualcosa cambierebbe se l’Inter dovesse ripartire da zero? “Assolutamente no – spiega Pereira -. Perchè Villas Boas accetterebbe in modo entuasiasta di essere a capo di un nuovo progetto e creare dal nulla un nuovo grande team con giovani interessanti e giocatori d’esperienza. L’importante però è che ci sia chiarezza fin da subito e non gli si chieda di vincere il campionato ed eventualmente la Champions League al primo colpo. Servirebbe qualche anno, ma dopo l’Inter, guidata da Villas Boas, che è davvero un ottimo allenatore, ritornerebbe ad essere un top team, capace di poter conquistare tutto”.

© Riproduzione Riservata

Commenti