Il consigliere Bambara: “festa di San Pancrazio a carico dei fedeli. Dalla Giunta avuti solo mille euro nel 2009”

festa di San Pancrazio

Nella seduta di Consiglio comunale di martedì sera il consigliere comunale Jonathan Sferra ha posto l’attenzione sui discussi rimborsi di spesa percepiti dall’assessore Fabio D’Urso per la “trasferta” da Messina a Taormina.

Nella sua risposta, l’assessore ha suscitato l’ira di Sferra ma anche di un altro consigliere, Tino Bambara, dal quale riceviamo e pubblichiamo la seguente nota.  

“Desidero replicare – scrive Bambara – alle affermazioni di ieri, 20 marzo, in Consiglio Comunale, dell’Assessore D’Urso che rispondendo in una accesa discussione ad un intervento del Consigliere Sferra, affermò di elargire le somme ricevute a titolo di compenso spese per rimborsi circa i suoi spostamenti, da Messina a Taormina per partecipare ai lavori della Giunta Comunale. Trattasi di € 2.380,00 per il secondo trimestre 2011, oltre lo stipendio percepito, alla festività del Santo Patrono di Taormina, San Pancrazio.

Come da mie proteste verbali già in Aula Consiliare dopo questa sua affermazione e da un controllo dai libri contabili del Comitato, riaffermiamo senza ombra di dubbio che neanche per quest’anno nessuna contributo è arrivato al Comitato Feste o all’Arciprete, da parte dell’amministrazione ne tanto meno, personalmente dall’Assessore al Bilancio. Forse l’Assessore si riferiva alla festività del 2009, quando tutta la giunta partecipò alla raccolta fondi con € 1.000,00 cadauno.

Negli anni successivi nulla è arrivato alle casse dell’Arcipretura da parte di nessuno di questa amministrazione. Risulta, sempre dai libri contabili, che il Sindaco ha provveduto a titolo personale nell’ultima festa a partecipare al pagamento di stendardi raffiguranti il Santo Patrono. Per il resto, le feste negli anni, sono stati totalmente a carico dei fedeli.

Ricordo anche che nel maggio 2011, l’Assessore Garipoli, garantiva, affermando di averne disponibilità, € 5.000,00 per la festività ormai passata, ma anche questi, mi riferisce a ‘denti stretti’ l’interessata, si sono ‘volatizzati’ e pertanto non ha più disponibilità per tale contributo. Ci dirà poi, forse, perchè!

Desidero inoltre, fare un passo indietro e mi assale un pensiero: si ha ‘liquidità’ per rimborsi spese elargite da un Comune in difficoltà, che ha si, la possibilità di erogare somme per compensi spese viaggi a persone che non abitano a Taormina, ma contemporaneamente, poi in questi anni non ha fondi per sistemare l’illuminazione della palestra comunale, da anni ormai in gran parte guasta ed impossibilitata di essere sistemata anche perché da un anno non si può attrezzare un ‘ponte’ lì montato da circa dieci mesi e non idoneo ad effettuare i lavori”.

FABIO D’URSO: “NESSUNA POLEMICA”. In riferimento alla nota del consigliere Bambara si registra una precisazione dell’assessore alle Politiche Finanziarie del Comune, Fabio D’Urso.

“Per quanto concerne invece la questione della festa di San Pancrazio, sollevata dal consigliere Tino Bambara, c’è stato probabilmente un difetto di comunicazione. Nessuna polemica con l’amico Tino. Come ha correttamente affermato lui nella sua nota gli assessori della Giunta hanno stanziato per la festa del Santo Patrono mille euro ciascuno nel 2009. Per il resto, gli amministratori, hanno voluto di volta in volta partecipare, di loro spontanea volontà e con un proprio impegno personale, alle varie feste e le ricorrenze liturgiche che si svolgono in città”.

© Riproduzione Riservata

Commenti