In un video dei Carabinieri il mare restituisce reperti per l’inchiesta: indumenti di Schettino e scarpe della rumena

i subacquei dell'Arma in azione

Un altro capitolo nella storia infinita del naufragio della Costa Concordia. Spunta un altro video, che stavolta potrebbe simboleggiare un momento chiave non solo dei fatti accaduti la notte del 13 gennaio ma anche di quello che sarà il processo a carico di Francesco Schettino.

Nelle immagini ci sono i vestiti e le camicie del comandante Schettino che galleggiano nell’acqua, a 20 metri di profondità, ancora attaccati agli appendini nell’armadio della sua cabina.

E ancora un paio di scarpe da donna, da sera: sono le calzature italiane di Domnica Cermontan, quelle come dichiarato da lei stessa in un’intervista, costate un occhio della testa che la ragazza ha tolto quando è andata a cambiarsi subito prima di abbandonare la nave.

Poco più in là, sempre nella cabina personale del comandante di costa Concordia la giacca dell’ uniforme, quella che Schettino si sarebbe tolto prima di lasciare la nave che stava affondando, e un giubbotto della compagnia di navigazione.

Queste immagini esclusive diffuse da Tgcom, agli atti dell’ inchiesta sul naufragio, sono state riprese dai subacquei dei carabinieri intorno al 20 gennaio, pochi giorni dopo la tragedia del naufragio.

GUARDA IL VIDEO

© Riproduzione Riservata

Commenti