I rossoneri trionfano 2-0 al Tardini con Emanuelson e Ibrahimovic. Giovinco lotta da solo ma deve arrendersi

l'esultanza milanista a Parma

Il Milan “vede” lo scudetto. I rossoneri chiudono i conti a Parma con il solito Ibra in gran forma e un coast to coast di Emanuelson, davanti a Silvio Berlusconi che torna a seguire la squadra in trasferta dopo vent’anni. “Mi preparo a fare il presidente”, annuncia il Cavaliere.

La partita si sblocca dopo soli 17 minuti grazie a un calcio di rigore per un solare fallo di mano di Zaccardo che intercetta un tiro verso la porta di Emanuelson.

Lo svedese trasforma in maniera impeccabile. La partita si mette in discesa per i rossoneri che hann anche un paio di occasioni clamorose per chiuderla, ma sprecano peccando di leziosismo. Anche Ibra fa un po’ imbufalire Allegri per i colpi di tacco e di spalla tanto belli quanto poco efficaci e inopportuni in un momento così delicato del match. E infatti il Parma nel finale di primo tempo si fa pericoloso dalle parti di Abbiati, e all’intervallo la gara è ancora aperta.

Il problema vero per la squadra di Donadoni è che Giovinco è troppo isolato e spesso servito con lanci lunghi. Per la formica atomica diventa impossibile lottare contro la retroguardia del Milan. Ibra reclama anche un altro rigore per uno sgambetto di Zaccardo in area, ma Banti fa proseguire.

Nella ripresa il copione non cambia. Il Parma prova a impensierire la porta difesa da Abbiati, ma deve per forza esporsi ai contropiedi del Milan. E così al 55′ arriva il capolavoro di Emanuelson che si invola da solo dalla sua metà campo, sfruttando anche un velo di Ibrahimovic in fuorigioco (considerato ininfluente), salta Mirante e deposita in rete il gol che fa respirare Galliani e Berlusconi in tribuna. Giovinco ci prova un paio di volte da fuori ma senza fortuna. Allora ci pensa Thiago Silva ad impensierire Abbiati ocn una deviazione beffarda. Ma il portiere rossonero compie un grande intervento e ora il Milan è in fuga.

Nei minuti finali c’è tempo anche per il ritorno in campo di Rino Gattuso, che entra al 90′ al posto di Muntari. Solo 120 secondi in campo, ma molto importanti per il centrocampista del Milan e della Nazionale, fuori per un problema all’occhio da parecchi mesi. Brivido all’ultimo minuto per i rossoneri: Floccari colpisce la traversa con una botta dal limite.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xpihch_www-online-soccer-ru-parma-0-2-ac-milan-all-goals_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti