Il patron cerca un partner: si è rivolto a una nota banca. Dopo l’addio alla Champions adesso il futuro è un rebus

Massimo Moratti

La doccia gelata dell’eliminazione dalla Champions, nella notte “maledetta” contro il Marsiglia, è un “macigno” sul futuro dell’Inter.

Adesso Massimo Moratti cerca partner per l’Inter. Secondo indiscrezioni che arrivano da ambienti sportivi vicini al club, il presidente del club nerazzurro ha espresso il desiderio, sia tempo fa che recentemente e in queste ore, ad esponenti di una nota banca, la volontà di alienare alcune quote della società.

L’istituto si è ripromesso di sondare il terreno per individuare eventuali soggetti interessati.

E’ finito un ciclo vincente in casa Inter, ma più di ogni altra cosa sembrano essere finite le idee di Massimo Moratti. E forse anche i soldi. Il petroliere non ha più grandi liquidità da spendere in un calcio nel quale ha già vinto e non se la sente di ripartire da zero.

“Un’idea saggia potrebbe essere partire pensando al futuro non in termini immediati ma costruendo una squadra essenzialmente giovane, sperando di indovinare tutti gli acquisti. Il problema è che se dopo tre partite non va tutto bene cominci a pentirti”, ha affermato Moratti, consapevole dell’impazienza del pubblico nerazzurro a cui rende il merito di essersi “comportato bene” applaudendo la squadra nonostante l’eliminazione.

Artefice dei successi nerazzurri, il primo tifoso della Beneamata ne è ora il protagonista della caduta: “Alla squadra non ho chiesto nulla, lo sanno già da soli cosa devono fare”. Questa sua frase, già nel pre-gara della sfida con l’OM, è sinonimo di lontananza dalla squadra. Ora il futuro è un rebus.

© Riproduzione Riservata

Commenti