Addio Champions, Milito sblocca ma il Marsiglia trova il gol qualificazione al 92′. Inutile la rete del 2-1 di Pazzini

Brandao gela San Siro

Le luci a San Siro si spengono sul più bello. Stavolta le lacrime di Ranieri hanno un gusto molto amaro. Beffata da un gol di Brandao al 92′, l’Inter va fuori dalla Champions pur vincendo 2-1. Un finale dalle tante emozioni, prima per il gol di Milito che a un quarto d’ora dalla fine ha annullato l’1-0 francese dell’andata, poi per il pari in pieno recupero che ha affossato le speranze nerazzurre di superare gli ottavi. Inutile al 97′ il rigore di Pazzini. Ai quarti ci va l’Olimpique Marsiglia dell’ex juventino Deschamps. Oltre al Milan, il calcio italiano ora spera di piazzare almeno il Napoli tra le otto migliori d’Europa.

Ranieri sa di giocarsi una bella fetta di futuro e in attacco schiera Sneijder rifinitore dietro la coppia Forlan-MIlito. A centrocampo il trio Zanetti-Stankovic-Poli ha il compito di coprire la difesa, con un occhio di riguardo per gli inserimenti di Valbuena, e costruire gioco. Dall’altra parte Deschamps punta su Remy e sul ghanese Ayew, figlio di Abedi Pele, autore del gol in pieno recupero che ha deciso l’andata al Velodrome. Schiacciato in area dalla foga nerazzurra, nei primi 10′ il Marsiglia resta in piedi grazie a due miracoli di Mandanda.

Prima Sneijder spreca una clamorosa occasione tirando sul portiere a terra con tutta la porta a disposizione, poi Milito si vede respingere sulla linea un astuto colpo di petto al volo. Con il passare dei minuti, però, la pressione dell’Inter cala vistosamente consentendo ai francesi di difendersi con più ordine. Al 46′ Forlan ci prova di testa, ma la palla sfila a due metri dal palo.

In avvio di ripresa è un’altra Inter. Lenti e prevedibili, i nerazzurri non riescono più a costruire occasioni da gol e iniziano a innervosirsi. Ranieri è molto preoccupato e dopo un quarto d’ora cambia: dentro Pazzini e Obi, fuori tra i fischi Forlan e Sneijder. Visto che gli spazi si fanno sempre più stretti, l’Inter ci prova sui calci piazzati. Al 23′ Stankovic su punizione sfiora la traversa. Il Marsiglia controlla senza grandi difficoltà e poco dopo sfiora anche il gol. Diarra stacca di testa in mezzo all’area, ma Julio Cesar è reattivo e riesce a deviare in angolo.

A 16′ dalla fine Ranieri si gioca l’ultimo cambio: dentro Cambiasso, fuori Pioli. Nel momento pù critico per l’Inter, però, arriva l’episodio che cambia tutto. Alla mezz’ora, sugli sviluppi di una mischia in area, Milito si avventa su una palla vagante e con un guizzo supera Mandanda. Sull’onda dell’entusiasmo, Cambiasso sfiora poco dopo il raddoppio. I supplementari sono a un passo, ma al 92′ Brandao sfugge alla morsa Lucio-Samuel e gela San Siro con un preciso rasoterra. A nulla vale l’assalto finale, con l’espulsione di Mandanda e il rigore di Pazzini che fissa il punteggio su un amarissimo 2-1.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xpfidy_inter-milan-2-1-marseille-hl-omgsport-ru_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti