Ingroia: “processo lungo? Berlusconi ha fatto leggi e provvedimenti che hanno allungato l’iter giudiziario”

Antonio Ingroia

“Berlusconi ha detto che Dell’Utri ha sofferto 19 anni di gogna? Si potrebbe replicare al presidente Berlusconi che quando era al governo poteva fare una riforma della giustizia per accorciare i tempi dei processi, invece ha fatto esattamente il contrario. Ha fatto approvare provvedimenti che li hanno allungati. Dunque anche il processo Dell’Utri è durato così tanto per colpa di Berlusconi, questo è sicuro”. Così il procuratore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia, ha replicato al leader del Pdl, alla Zanzara su Radio 24, invitandolo a “prendersela con se stesso”.

Ingroia ha ammesso di sentirsi “sconfitto” dalla pronuncia della Cassazione, ma ha detto di non aver “perso tutte le speranze, in due anni il processo si può fare”. Peraltro, secondo il procuratore aggiunto di Palermo, rispetto ad altri processi per concorso esterno, in questo caso “ci sono molte più prove e più concrete. Sarebbe ingiusto rispetto a Bruno Contrada, per esempio, se Dell’Utri se la cavasse mentre lui è finito in galera. Su Contrada c’erano meno prove a carico”.

Il magistrato ha poi definito Dell’Utri “un ambasciatore di Cosa Nostra nel mondo imprenditoriale e finanziario milanese, un portatore di interessi della mafia” e ha sostenuto che anche l’avventura politica del senatore “nasce per gli interessi di Cosa Nostra. L’idea della costituzione di Forza Italia è del senatore Dell’Utri ed è anche nell’interesse della mafia”. Quanto al ruolo di Berlusconi “su questo non ci sono riscontri”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=o5nJRWvhqEM[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti