Onda azzurra da tutta Europa: tanti senza biglietto ma al fianco della squadra nella battaglia contro il Chelsea

i tifosi del Napoli in marcia verso Liondra

Diecimila italiani, di fede napoletana da tutta Europa, a Londra. Hanno tutti un appuntamento con la partita che può riscrivere la storia della loro squadra.

Napoli-Chelsea, gara 2 degli ottavi di Champions League, è un’onda azzurra senza precedenti. 

Incredibile attesa per quei 90 minuti che vanno ben oltre il sapore sportivo e possono  valere il simbolico riscatto sociale di un intero popolo.

Il tifoso azzurro si è mobilitato da ogni località possibile per accompagnare l’undici di Walter Mazzarri nella difficile impresa che stavolta vale tutto. In campionato il Napoli vola e dopo una clamorosa rimonta adesso ha nel mirino le prime della classifica, tra una settimana c’è anche la semifinale di Coppa Italia che vale la finalissima a Roma (contro Juve o Milan) ma ora il pensiero di tutti è per Londra. Soltanto Londra.

Nel match d’andata, sotto la spinta infernale dei 60 mila del San Paolo, il Chelsea è stato stordito e travolto. Ora serve il colpo del definitivo ko. Quel 3-1 conquistato da Cavani, Lavezzi e compagni può valere il pass per i quarti di finale della “vecchia” Coppa dei Campioni (come i più nostalgici la chiamano ancora….).

La passione non ha prezzo: e alla faccia della crisi economica, una vera marea di sostenitori partenopei si sta muovendo in queste ore verso la terra d’Albione.   

Almeno cinquemila i tifosi attesi nella capitale inglese, in partenza da ogni possibile località italiana che abbia qualche collegamento con la Gran Bretagna. Circa 2 mila italiani d”Inghilterra li aspetteranno a Londra e altrettanti sono in arrivo da Germania, Spagna, Svizzera, Francia, e persino dalla fredda Scandinavia.

Al Napoli sono stati concessi solo 2700 fortunati in possesso del biglietto del settore ospiti dello Stamford Bridge, in tanti andranno a caccia di un biglietto dell’ultima ora e alla fine la stragrande maggioranza rimarranno fuori dallo stadio con l’intenzione però, già messa in conto, di vedere la partita nei pub o da amici e poi prepararsi all’eventuale festa finale.

Cinque i charter in partenza tra domani e dopodomani da Capodichino alla volta della capitale inglese. Oltre a quello del Calcio Napoli, in partenza domani mattina, ce ne sono due che decolleranno intorno alle 10 di mercoledì organizzati da alcuni tifosi, il charter della Neapolis Tour che ospita i ragazzi della curva A e quello degli ultras della curva B, in partenza alle 12. Per tutti il rientro avverrà giovedì, tra le 6 di mattina e il tardo pomeriggio.

Escludendo quello che ospita la squadra e i cronisti al seguito, con il presidente De Laurentiis che anticiperà a oggi il suo volo, sono quattro i charter noleggiati. Altri 2 voli sono stati annullati per motivi di ordine pubblico, ma in tanti partiranno anche con ogni altro mezzo possibile.

Molti di più i sostenitori in partenza con voli di linea, con i più impensabili scali e con rientri che slittano sino a tarda sera di giovedì. Decolli previsti Napoli, da Roma Fiumicino, da Roma Ciampino, da Milano e persino da Lamezia Terme, Bologna, Ancona e Zurigo. Centinaia di tifosi si sobbarcheranno ore di viaggio, con scali a Francoforte, Parigi e Madrid. Alcuni temerari hanno trovato solo voli sino a Parigi, decidendo di proseguire in treno per Londra. Analogamente accadrà per chi raggiungerà altre città dell’Inghilterra.

 Alcuni tifosi sono già partiti sabato per godersi un lungo week-end sino a giovedì. Da Londra hanno reso noto che la richiesta di biglietti «corporate» è di circa 400 unità, ovvero la metà dei tagliandi disponibili. I corporate sono postazioni di lusso, con prezzi che partono da 395 sterline e consentono ai tifosi di godersi la partita da alcuni palchetti dello Stamford Bridge, consumando ivi un pranzo inglese. Si stima che numerosi napoletani (alcuni residenti in Inghilterra) sono riusciti ad accaparrarsi esclusivi ticket e nei vari settori dello stadio ci saranno azzurri “mimetizzati” tra gli inglesi.

Molti tifosi provenienti dall’Italia o residenti a Londra hanno acquistato, da bagarini o dai «membership» del Chelsea tali tagliandi e sono pronti a camuffarsi da inglesi pur di non perdersi la partita dell’anno. Sarà un’impresa entrare, visto che il livello di attenzione della polizia inglese sarà altissimo.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_Bd1a7tOkHI[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti