I partenopei infliggono sei reti al Cagliari e altrettante sono le vittorie consecutive: adesso la sfida al Chelsea

Marek Hamsik

Un’altra vittoria travolgente, sei gol segnati, tre punti e il miglior viatico verso la sfida infernale di Londra. Non poteva esserci avvicinamento più trionfale alla Champions League per il Napoli di Mazzarri.

I partenopei liquidano 6-3 un Cagliari troppo arrendevole, restano in piena corsa per il terzo posto e ora sono pronti a giocarsi, come ha detto De Laurentiis, “la finalissima” di Londra contro il Chelsea.

Per gli azzurri, la quinta vittoria consecutiva in campionato (e contando anche l’andata di Champions con il Chelsea sono 6 i successi) è firmata dalle reti di Hamsik, Cannavaro, Lavezzi (su rigore), Gargano, Maggio più l’autorete di Astori.

Come annunciato alla vigilia, in attacco c’è Pandev con Hamsik e Lavezzi. Cavani, come Maggio, viene risparmiato in vista dell’appuntamento europeo. Sugli esterni spingono Zuniga e Dossena, mentre in mezzo al campo Inler e Gargano hanno il compito di coprire e rilanciare l’azione. Nonostante un 4-3-1-2 propositivo, con Ekdal alle spalle di Ibarbo e Larrivey, il Cagliari entra in campo troppo rinunciatario e dopo mezz’ora è già sotto 3-0. Al 10′ sblocca Hamsik. Lo slovacco avanza sulla trequarti, prende la mira e con un gran tiro dai venti metri sorprende Agazzi.

Passano 9′ e Cannavaro raddoppia con un potente colpo di testa sul filo del fuorigioco. I rossoblù non riescono a reagire e al 30′ sono in ginocchio. Lavezzi scatta sulla destra e dal fondo lascia partire un cross che Astori devia imparabilmente nella propria porta. Ballardini è sconsolato e cambia. Dentro Thiago Ribeiro, fuori uno spaesato Nainggolan. A tirare fuori un po’ d’orgoglio cagliaritano ci pensa Larrivey, che poco dopo accorcia le distanze di testa su punizione di Conti. In avvio di ripresa secondo cambio per il Cagliari: fuori Pisano, dentro Perico.

Il Napoli continua ad attaccare e sfiora il quarto gol con Pandev e Lavezzi. La squadra di Mazzarri non si accontenta e all’11’ fa poker. Canini atterra Lavezzi in area e l’argentino trasforma dal dischetto. Al 14′ standing ovation per il ‘Pocho’, sostituito da Cavani. Poco dopo esce anche Hamsik. Dentro Maggio.

Il Cagliari ormai è allo sbando e al 25′ c’è spazio anche per un gran gol di Gargano, che poi fa posto a Vargas. L’ultimo tra i rossoblù ad arrendersi è sempre Larrivey, che al 32′ segna la sua doppietta. Non è ancora finita, però, perché a 6′ dalla fine Maggio fissa il punteggio sul 6-2 con un diagonale di destro e nel recupero Larrivey si prende la magra consolazione della tripletta presonale.

Per il Napoli e i napoletano adesso è iniziata ufficialmente la grande attesa per la “madre di tutte le partite”. Mercoledì è la notte dei sogni.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xpctdj_napoli-cagliari-6-3-rai_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti