Nerazzurri interrompono finalmente il lungo digiuno di successi: Samuel-Milito, Chievo Verona sconfitto 2-0

Diego Milito

L’Inter risorge, spezza il sortilegio e centra una vittoria fondamentale per tornare a respirare dopo un mese e mezzo di apnea e per preparare al meglio la sfida di Champions di martedì contro il Marsiglia. I nerazzurri ottengono a Verona contro Chievo un successo, 2-0, che pone fine ad un lunghissimo digiuno che durava da sette giornate

Il 2-0 è figlio di una gara tutt’altro che spettacolare con i nerazzurri lenti e impacciati per buona parte del match ma pronti a pungere per dimostrare di voler provare a salvare una stagione al di sotto delle aspettative.

Ranieri torna al rombo a centrocampo e si affida alla linea verde lasciando a riposo Cambiasso per far spazio a Poli. Il tecnico romano rilancia Sneijder dal primo minuto e lascia fuori Pazzini, sostituito da Forlan che gioca in coppia con Milito. L’Inter comincia spingendo molto ma non riuscendo quasi mai ad impensierire Sorrentino. Il Chievo è bravo nelle ripartenze e costringe Lucio e Samuel ad affannosi recuperi.

Al 13′ l’arbitro Mazzoleni fischia un rigore per un netto fallo di mano di Acerbi in area clivense. Sul dischetto va Milito che, però, si lascia ipnotizzare da Sorrentino che neutralizza il penalty. L’errore del Principe pesa come un macigno a livello psicologico sull’andamento della gara. Al 42′ Pellissier si libera bene di Lucio e mette in area una palla che nessun compagno riesce a ribadire in rete. Prima della fine del tempo c’è ancora spazio per vedere due chance per Forlan sprecate malamente per difetto di mira. Nella ripresa i ritmi del match scendono ancora.

La benzina scarseggia e soprattutto l’Inter manca di brillantezza e lucidità. Sneijder si sveglia e prima crossa un pallone al bacio per Poli che in scivolata non riesce a ribadire in gol e poi ci prova direttamente su punizione con palla a lato di poco. Ranieri nell’ultimo quarto d’ora toglie Forlan per Pazzini e inserisce Cambiasso per Poli. Proprio l’argentino, appena entrato, spreca da pochi passi la palla del vantaggio. Poco male.

A sbloccare il match ci pensa Samuel che all’87’ insacca di testa anticipando Andreolli sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il gol del difensore è una liberazione per l’Inter che poi si concede il lusso di raddoppiare con Milito in pieno recupero. L’Inter non è ancora bella ma, per lo meno, torna ad assaporare il gusto dei tre punti.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xpctye_chievo-inter-0-2-highlights-calcio_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti