Intervista duello a “Robinson” tra la giornalista e l’ex ministro: “lei subito onorevole”, “Santoro il tuo Silvio” 

Luisella Costamagna e Mara Carfagna

Doveva essere un’intervista, si è trasformata ben presto in uno scontro all’arma bianca. Il debutto su Rai3 di Luisella Costamagna con “Robinson” non ha fatto il pieno di ascolti, eppure sta già facendo il giro del web per il botta e risposta senza tregua tra la giornalista e Mara Carfagna che, dopo un serrato confronto, sbotta e arriva a dire: “Berlusconi? Allora Santoro e’ il tuo Silvio”.

La prima puntata della trasmissione è stata seguita da 967.000 spettatori con il 3.69% di share. Dall’ex premier Berlusconi al cambio di look della Carfagna dopo l’ingresso in politica, dall”editto bulgaro’ contro Biagi, Luttazzi e Santoro all’ immagine della donna: tanti i temi del faccia a faccia durissimo tra la Costamagna e l’ex ministro.

Un’intervista dai toni sempre spigolosi dove la Carfagna ha tentato, come da copione, di giustificare il suo “repentino” e discusso percorso politico, un’escalation che in poco tempo l’ha portata dalla carriera televisiva alla poltrona di ministro. 

Tutto faceva presupporre che a soccombere, alla fine, sarebbe stata la “casta” Mara, al cospetto di una giornalista preparata e da sempre ben addentrata nelle magagne della casta. Ma stavolta, ad onor del vero, chi esce sconfitto dal faccia a faccia è probabilmente la bella e brava Luisella.

La giornalista è si è lasciata coinvolgere sin troppo dal clima “dantesco” dell’intervista e quando il confronto con la Carfagna si è fatto “torrido” ha perso il controllo di sè: eloquente lo sguardo di Luisella nell’istante in cui afferma “Non sono diventata ministro io…”, mostrando  tono sin troppo astioso. Altro scivolone il “non faccia come Fonzi” o il passaggio del cosiddetto “Editto bulgaro” di Berlusconi su Biagi-Santoro-Luttazzi, che magari ci sarà anche stato ma il bon ton  mediatico (quello che latita) vorrebbe fosse introdotto con una definizione un pò meno coinvolta o sbilanciata… 

”Quello che ha fatto Berlusconi per le donne non lo ha mai fatto nessun altro governo”, ha detto Mara, elogiando anche l’attuale ministro del Welfare Elsa Fornero. La conduttrice ha stuzzicato l’ex soubrette sul tema dell’immagine della donna e sulla sua ”carriera politica fulminante”. Dopo un ennesimo velenoso botta e risposta, la Carfagna ha tentato di capovolgere i ruoli: ”Anche sul suo conto sono stati fatti pettegolezzi”, ha detto alla giornalista, ricordando il suo esordio con Michele Santoro e lanciandosi in un ardito parallelismo tra Berlusconi e il giornalista.

Una parola della Carfagna anche sullo scandalo Ruby: ”Mai stata ad Arcore a quelle cene ma per me e’ piu’ facile credere a Berlusconi che a Ruby”. Mara ha parlato anche della sua vita coniugale: ”Mi sono trovata un marito decisamente più bello e può giovane di Berlusconi”. ”E’ brutto, è vecchio?”, l’ha incalzata Luisella Costamagna. Silenzio, poi la ribellione dell’ex ministro: ”Non mi interessa giudicare Berlusconi ne’ raccontare i suoi difetti. Questo dovrebbe far parte di una trasmissione di gossip. Pensavo che questo fosse un programma di approfondimento politico”.

Alla fine un dubbio è lecito: se l’intervista fosse durata altri cinque minuti, come sarebbe andata a finire? Non lo sapremo mai e non vogliamo nemmeno immaginarlo.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=2XvKw3F6jLM[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti