La sua notorietà nasce con “Gomorra” e da allora vive sotto scorta: storia di un indomito scrittore dell’onestà

Roberto Saviano

Quanti conoscono la vera storia di Roberto Saviano e tutto quello che ha fatto in questi anni?

Saviano, nato il 22 settembre 1979 a Napoli, è colui che nel 2006 ha scritto il bestseller Gomorra, tradotto poi in cinquanta Paesi con una vendita di dieci milioni di copie in Italia e nel mondo. Da tale libro, di cui ormai tutto si sa, è tratto uno spettacolo teatrale (premiato agli olimpici del Teatro 2008) e il film, Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes 2008.

In seguito ha pubblicato nel 2009 La Bellezza e L’Inferno e nel 2010 La Parola Contro La Camorra , collabora in Italia con “La Repubblica e L’Espresso”, in America con “Il Washinton Post”e “New York Times”, con il “El Pais”in Spagna, con “Die Zeit”in Germania, con “Expressen”e “Dangens Nyheter”in Svezia,con il “The Times “in Inghilterra.

Come autore e impegno civile ha ricevuto il Premio Viareggio “Opera Prima”, il “Premio Nazionale Enzo Biagi”, il Geschwister – Scholl Preis, il Premio Giornalistico di Lipsia, il Premio Manuel Vàzquez Montalban, l’European Book Prize, il David di Donatello, il Nastro d’Argento.

Dal 13 settembre 2006 ormai vive sotto scorta per le minacce ricevute, e da allora ha avuto la solidarietà di molti Premi Nobel, ricevendo persino un invito in Svezia per discutere sulla libertà di espressione all’Accademia dei Nobel. Da allora ha avuto il “Premio Flaiano” (premio speciale istituito in onore di Ennio Flaiano nel centenario della nascita), “Premio Book Prize” e “Premio Nazionale Paolo Borsellino, e il “Premio Ilaria Alpi.

Lo scorso anno l’Università di Genova ha conferito allo scrittore “La Laurea Honoris Causa in Giurisprudenza”(dedicata ai magistrati che indagano su Berlusconi),”Il racconto del potere criminale come affermazione del diritto” è l’argomento con cui iniziava il discorso.

Come dimenticare il suo intervento su Rai 3 con la trasmissione di successo “Vieni Via Con Me”e da qui è stato quindi pubblicato il libro”Vieni Via Con Me”. E l’incontro con i suoi lettori nelle librerie Feltrinelli d’Italia, dove ha emozionato profondamente pubblico regalando momenti unici.

Tra i più recenti momenti simbolici quando il 10 dicembre 2011 ha tenuto una conferenza”Italia e Stati Uniti” alla NYU (New York University) con Nouriel Roubini “. Il 19 novenbre a Zuccotti Park con “Occupy Wall Street Aganist Mafia” ha parlato di come le organizzazioni criminali traggono vantaggio dalla crisi, troppo a lungo negata, secondo lo scrittore, nel nostro Paese.

Il 28 gennaio scorso Saviano ha ricevuto a Stoccolma il “Premio Olof Palme”edizione 2011, e poche ore prima il premio Nobel per la Pace “Annan” ha voluto incontrare Roberto Saviano per congratularsi con lui per il lavoro di contrasto alla piaga delle organizzazioni criminali.

Intanto è arrivata anche la “Cittadinanza Onoraria a Milano”, poi un racconto inedito su “Naples Power” disco-libro degli A 67 .Il 6 febbraio 2012 presenta, nella libreria storica di Barcellona “La Central” ,”Vente Conmigo”. A Madrid gli hanno assegnato il “Premio Tomàs Y Valiente”.

“Nel 1800 gli scrittori combattevano con la “Penna”, considerata “L’Arma” per portare il popolo al patriottismo. Garibaldi disse: “Parte dell’Italia si deve agli scrittori che combattono con la penna“. Oggi avrebbe detto che Saviano combatte con “La Penna” per condurre il popolo alla verità. Definendolo come il Manzoni fece con un suo amico: “Prima Penna D’Italia”.

 

22 Settembre

Nasce “Roberto”..
Il bel “Pargoletto”..
Che di cognome va “Saviano”..

Come “Quel Grande Essere Umano”..
Che con la “Penna”..
Segna “La Guerra”..

E con “La Parola”….
Fà la “Storia”..
Da quel “Dì”che non “Galleggia”..
Il suo “Natale”al buio festeggia..

Con “Onore”..
Rende omaggio..
Alla “Memoria”..
Di “Quei Tanti”..

Che lasciaron la Propria “Terra”..
Senza far “Guerra”..
E resero la “Gloria”..

Con cuore seppe ascoltare..
I “Due Grandi”..
Che moriron..
Per la “Terra”..

Il suo sorriso volle donare..
A tutto il “Mondo”..
Che lo volle “Lodare”..
Perchè è Saviano ..
“Il Più Grande Scrittore Italiano”..

A Cannes arrivò..
E il “Cuore”di tutti segnò..
Non Harrison Ford..
Non Tom Cruise..
Nè Jonny Deep..
Voglio applaudire..
Ma solo Saviano voglio sentire..

A New York…
A Madrid..
A Stoccolma..
A Barcellona..
Si fece “Apprezzare”..
Perchè è la “Penna”
Che seppe usare..

Il “Premio Nobel”..
Lo volle incontrare..
Perchè è “Annan”..
Ad onorare..
La sua “Parola”..
Che è ormai “Storia”..

La sua letteratura..
E’ fatta con “Gran Cura”..
E la “Poesia”..
E’il “Sogno” che fà compagnia..

Dedicata a Roberto Saviano…

© Riproduzione Riservata

Commenti