Lo svedese commenta il pesante ko contro l’Arsenal in Champions: “è inaccettabile che il Milan perda cosi”

Zlatan Ibrahimovic

L’ira funesta del bomber e il sospiro di sollievo per l’incubo svanito in extremis. “Se giochi in un grande club come il Milan questo non può succedere. Si può perdere in molte maniere, ma come abbiamo perso questa volta non è accettabile. Siamo il Milan e dovremo essere più forti e più stabili”.

E’ durissimo il commento di Zlatan Ibrahimovic dopo la pesante sconfitta rimediata dai rossoneri contro l’Arsenal. Uno 0-3 che non ha compromesso la qualificazione ai quarti di Champions League, ma che ha lasciato il segno nell’attaccante svedese, le cui dichiarazioni sono riportate dai quotidiani svedesi Aftonbladet ed Expressen: “Abbiamo provato a calmarci l’un con l’altro, ma non era una situazione semplice. Abbiamo commesso errori banali, credo che nella testa avessimo troppo il vantaggio accumulato all’andata, eravamo troppo cauti e non abbiamo provato a giocare la nostra partita”.

Ma non c’è solo questo. Ibrahimovic sottolinea anche un problema tattico che, a suo avviso, ha condizionato la prestazione sua e della squadra: “Mi sono sentito fuori posizione per tutto il tempo in cui abbiamo giocato con tre attaccanti – prosegue lo svedese -. L’Arsenal è andato presto in vantaggio, ha raddoppiato e trovato il terzo gol, tutto nel primo tempo. Nella ripresa poi ha avuto molte occasioni per segnare il quarto e il quinto gol, ma fortunatamente ha fallito. A ogni attacco dell’Arsenal pensavo ‘E se segnano il quarto…’. E’ stato un sollievo alla fine, dobbiamo imparare dagli errori commessi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti