Milano-Napoli la prima tratta servita. Firenze-Bologna in soli 37 minuti. Si potrà spendere fino al 50% in meno

Italo, il treno da sogno di NTV

La sfida è lanciata. Partirà l’8 aprile “Italo”, il treno del gruppo NTV (Nuovo trasporto ferroviario) che farà concorrenza al Trenitalia e promette di dare una svolta d’alta avanguardia proprio ai trasporti nel nostro Paese.

Il primo servizio, che potrà contare su 5 convogli, coprirà la tratta Milano-Napoli, facendo tappa a Bologna, Firenze e Roma. Seguiranno poi altri 20 treni che collegheranno anche Torino, Padova, Venezia e Salerno.

Nove saranno dunque le città interessate, 12 le stazioni: i viaggi effettuati saranno in tutto 50 al giorno. Tanti i comfort a bordo: umts, satellitare e wi-fi e televisione (ci sarà anche Sky). 37 minuti per andare da Firenze a Bologna, 89 per raggiungere Roma, 3 ore per Milano.

La compagnia ferroviaria di Luca Cordero di Montezemolo (e della quale è azionista anche Diego Dalla Valle) non ha ancora comunicato ufficialmente i prezzi dei biglietti ma i costi previsti saranno proposti sulla base competitiva e ponderata di valutazioni che tengono conto della situazione economica certamente difficile. Si sa già, in particolare, che ci sarà una tariffazione progressiva, sul modello delle compagnie aeree e – da qualche tempo – anche a bordo dei treni Frecciarossa delle Ferrovie dello Stato.

“Nuovo trasporto ferroviario” avrà però tutte le carte in regola per imporsi con un ruolo di assoluta centralità nelle abitudini dell’utenza e di sicuro gradimento delle varie generazioni che sceglieranno le linee NTV.  

“Ci saranno prezzi per tutte le tasche, per tutte le clientele e per tutte le esigenze – sottolinea l’ad Giuseppe Sciarrone. “Negli orari o nei giorni non di punta si potrà spendere fino al 50% in meno rispetto alla tariffa base”.

In ogni stazione, Nuovo Trasporto Viaggiatori sarà presente con una Casa Italo, un vero e proprio centro servizi in cui i viaggiatori, assistiti da personale NTV, potranno acquistare i biglietti e informarsi sui servizi dell’azienda. Una sorta di lounge aeroportuale, con wifi gratuito.

La società privata guidata da Luca Cordero di Montezemolo vuole vincere la sfida dell’alta velocità e arrivare al cuore degli italiani, quelli che oggi ormai quotidianamente manifestano il proprio dissenso, e altrettanto spesso lo sgomento, per le condizioni in cui versano i mezzi di Trenitalia.

“In questa situazione il rischio per l’impresa è aumentato”, ha aggiunto Montezemolo, ricordando che quando è partita l’avventura di Ntv “tutti pensavano che sarebbe stato un Bengodi, invece questa è un’impresa da far tremare i polsi. Però le sfide ci piacciono e siamo molto fiduciosi”.

“Per i cittadini si apre finalmente un periodo di scelta, di competizione e voglia di fare bene”, ha aggiunto Montezemolo, sottolineando che quella di Ntv è “una delle più importanti iniziative private degli ultimi anni ed è un segnale di fiducia sia per l’Italia che per il Mezzogiorno”.

I prezzi dei biglietti, come detto, saranno molto dinamici ed NTV non intende fermarsi all’alta velocità. L’obiettivo forte, in prospettiva, sarà quello di contribuire fortemente a migliorare la qualità del servizio del trasporto pendolare, con l’intenzione quindi di entrare sul servizio regionale.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=gTu-EBZJ1N8[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti