La metropoli giapponese nel mirino di un potentissimo sisma che potrebbe uccidere diverse migliaia di persone

lo tsunami in Giappone nel 2011

Un altro sisma all’orizzonte e stavolta più terrificante che mai. A un anno dal più potente terremoto a memoria d’uomo, gli scienziati giapponesi hanno annunciato che Tokyo potrebbe presto essere colpita da un nuovo sisma in grado di uccidere migliaia di persone e provocare danni inenarrabili.

Lo rivela il portale AsiaOne.com, secondo cui l’area metropolitana di Tokyo, popolata da 35 milioni di persone, avrebbe triplicato la sua attività tettonica in seguito al terremoto sottomarino di magnitudo 9.0 che lo scorso 11 marzo scatenò lo tsunami. La capitale giapponese registra in media quasi un terremoto e mezzo al giorno ed è uno dei luoghi più popolati della Terra.

Gli abitanti di Tokyo sono però così abituati a sentire le scosse che la maggior parte di loro lascia che avvengano senza quasi aprire bocca. La metropoli del resto è a prova di terremoto, tanto è vero che anche la scossa che l’11 marzo scorso ha colpito a soli 370 chilometri di distanza provocò pochi danni strutturali. I trasporti pubblici furono costretti a fermarsi, lasciando a piedi migliaia di persone, ma nessun edificio crollò e non si registrò un elevato numero di vittime.

L’Istituto di Ricerca sui Terremoti dell’Università di Tokyo afferma che la città, costruita nel punto di intersezione di quattro placche tettoniche, nei prossimi quattro anni ha una probabilità del 50% di essere colpita da un sisma di grandi proporzioni, cioè superiore a una magnitudo 7.0.

Asahiko Taira, direttore esecutivo della Japan Agency for Marine-Earth Science and Technology, ha dichiarato: “Dobbiamo prepararci per il terremoto che verrà”. Una simulazione dell’agenzia giapponese suggerisce che se un terremoto di magnitudo 7.3 dovesse verificarsi nella Tokyo Bay, morirebbero 6.400 persone.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=qgDuizdf_CY&feature=player_embedded[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti