Scavi in corso in un cantiere, dove potrebbero trovarsi i corpi di Antonio e Francesco, scomparsi il 3 agosto 2007

Antonio e Stefano Maiorana

Il mistero è forse giunto ad una drammatica svolta. La più spietata e orribile.

Da oltre quattro anni e mezzo non si hanno notizie di Antonio e Stefano Maiorana. Tra poco potrebbero avvenire il loro ritrovamento ma non esattamente nelle condizioni sperate. Da ore con il georadar si sta battendo, infatti, la zona del cantiere edile di Isola delle Femmine.

I tecnici e gli esperti dei carabinieri – si legge su Blogsicilia – sono alla ricerca dei corpi di padre e figlio, imprenditori edili, spariti il 3 agosto 2007. Potrebbero trovarsi lì Antonio e Stefano.

La loro auto, una Smart, fu ritrovata nel parcheggio dell’aeroporto di Punta Raisi, ma i Maiorana, secondo una tesi investigativa, potrebbero non essere andati lontano. Sarebbero stati uccisi e sepolti nel cantiere.

La decisione di effettuare gli scavi era stata adottata dal Gip Maria Pino nell’ottobre scorso. Il giudice aveva accolto l’opposizione alla richiesta di archiviazione, presentata dall’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Rossella Accardo, madre di Stefano ed ex moglie di Antonio Maiorana.

In questi anni, Rossella ha subito un altro dolore terribile. Il figlio Marco non ha retto allo sconforto per quanto accaduto ai suoi familiari e il 6 gennaio 2009 si è tolto la vita buttandosi dal settimo piano del suo appartamento.

Per i carabinieri del Comando provinciale la tesi era quella del possibile allontamento volontario dei due scomparsi. Era stata vagliata anche una pista che aveva portato in Spagna.

Un testimone aveva consegnato una foto in cui era ritratto un giovane apparentemente molto somigliante a Stefano Maiorana, ritratto in una discoteca spagnola. Ma l’accertamento sull’identità aveva avuto esito negativo.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=wo39bgFw1H8&feature=related[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti