Ancora un duro affondo del leader leghista all’indirizzo dell’attuale Premier: “non durerà, il Nord lo farà fuori”

Umberto Bossi

Un’altra sparata del Senatur e stavolta più che mai è di quelle destinate a scatenare polemiche roventi. Durissimo attacco di Umberto Bossi nei confronti di Mario Monti.

Da Piacenza, dove si trovava per lanciare la candidatura a sindaco di Massimo Polledri, il leader del Carroccio, a chi gli chiedeva se l’attuale Presidente del Consiglio durerà anche dopo il 2013. risponde che Monti “rischia la vita, il Nord lo farà fuori”.

“Stanno riempiendo il Nord – ha proseguito Bossi – di mafiosi in soggiorno obbligato, prima o poi qualcuno si decide a impiccarli sulla pubblica piazza. Hanno mandato a Padova il figlio di un mafioso siciliano; come i miei figli sono leghisti, i figli dei mafiosi…”. “Il Governo Monti – ha poi aggiunto – è antifederalista, dà retta solo alle banche e all’Europa”.

E sulla proposta bipartisan, presentato nella commissione Cultura della Camera, di rendere obbligatorio lo studio dell’Inno di Mameli a scuola, il Senatur ha risposto “spero che non lo cantino i miei figli”. Sul rapporto tra Monti e Berlusconi Bossi ha detto: “Uno gratta e l’altro tiene il palo”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Uzterzu5cW0[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti