Hernanes e Mauri lanciano i biancocelesti. Non basta Borini a Luis Enrique. Atalanta ferma Udinese al Friuli

Hernanes

Il derby è della Lazio. I biancocelesti vincono per 2-1 e si aggiudicano anche la seconda sfida in campionato in casa della Roma: non succedeva da 14 anni.

È festa in casa Lazio, perché con questa vittoria la squadra di Reja è lanciata verso la corsa Champions, e soprattutto esclude da quella corsa proprio la Roma, a -10. Per il terzo posto è ormai sfida tra Lazio e Napoli.

Domenica amara per i giallorossi, che dovevano vincere a tutti i costi per poter rientrare nella lotta per il terzo posto, invece la partita è iniziata subito in salita.

Da una palla persa a centrocampo è nato il contropiede della Lazio che ha portato all’espulsione di Stekelenburg per fallo su Klose e al rigore trasformato da Hernanes. Lazio in vantaggio di un gol e di un uomo dopo soli 11 minuti. La Roma reagisce con il cuore e l’orgoglio e riesce ad acciuffare il pareggio dopo soli sei minuti, con il solito Borini, anche oggi il migliore della squadra di Luis Enrique. Caricata dal pareggio la Roma spinge al massimo nel primo tempo, ma con un uomo in meno è dura.

Nella ripresa la Roma non ha la stessa energia e la Lazio fa la partita. I biancocelesti ragionano e costruiscono senza rischiare troppo dietro e al 17′ st tornano in vantaggio con Mauri, bravo ad anticipare Juan su un calcio di punizione dalla sinistra. Il brasiliano era rimasto in campo nonostante una vistosa fasciatura al ginocchio. Nel finale Luis Enrique rischia tutto togliendo proprio Juan per Bojan. La Roma prova l’assalto finale ma rischia tantissimo e la Lazio fa arrabbiare Reja perché si divora diverse occasioni per chiudere la partita in contropiede. Negli ultimi minuti arriva l’espulsione di Scaloni per doppia ammonizione, ma la Roma non trova il gol del pari. Da segnalare ripetuti ‘buu’ razzisti dalla Curva Nord verso il difensore brasiliano della Roma, Juan, nei minuti iniziali del secondo tempo. Il giocatore giallorosso ha segnalato l’accaduto al quarto uomo, Gianluca Rocchi.

Perde terreno in ottica Champions l’Udinese che non va oltre lo 0-0 interno contro l’Atalanta. Si riprende la Fiorentina che, nonostante l’infortunio muscolare di Jovetic e i fischi della Fiesole, supera 2-0 il Cesena grazie al gol di Nastasic e all’autorete di Moras. Pareggio spettacolare al Via Del Mare fra Lecce e Genoa. La partita finisce 2-2 con le reti di Muriel e Brivio per i padroni di casa e la doppietta di Sculli per i liguri. Spettacolare il Siena che in casa continua a volare: 3-0 al Cagliari con i gol di Bogdani, Calaiò e Del Grosso.

Nel posticipo tra Inter e Catania finisce in pareggio 2-2 a San Siro. I siciliani chiudono sul 2-0 il primo tempo grazie a Gomez e Izco, Ranieri nella ripresa inserisce Sneijder e prima Forlan e poi Milito raddrizzano in extremis la gara.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xp7rh2_roma-vs-lazio-1-2-all-goals-highlights_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti