La Polizia sequestra a Brembate un Fiat Ducato bianco: potrebbe essere proprio quello utilizzato per il sequestro

il furgone bianco che ha rapito Yara Gambirasio

La prudenza è d’obbligo ma le indagini sul delitto di Yara Gambirasio potrebbero essere finalmente prossime ad una svolta.

Un furgone Fiat Ducato bianco che una pattuglia della Polizia ha trovato parcheggiato in una strada secondaria del paese di Brembate Sopra, dove Yara Gambirasio è stata rapita, è stato posto sotto sequestro dagli inquirenti.

Un furgone molto simile era stato visto la sera della scomparsa della ragazza, nei dintorno della palestra nella quale la giovane vittima si allenava, e altri testimoni dicono di avere distintamente sentito urla femminili.

Il furgone in questione è intestato ad un cittadino italiano, il quale afferma di non averlo usato da diverso tempo, almeno da un anno, e di averlo dato in prestito ad alcuni conoscenti, fra i quali ci sarebbe un uomo di origini nordafricane che, interrogato, avrebbe a sua volta affermato di utilizzare saltuariamente il mezzo come dormitorio.

Secondo alcune indiscrezioni, all’interno del furgone, gli investigatori avrebbero rinvenuto qualcosa di sospetto. Si parla di un taglierino, di una corda e di alcune macchie, che il tempo ha reso irriconoscibili per cui non è identificabile ad occhio nudo se si possa trattare di sangue umano. Altre fonti escludono ogni collegamento con la vicenda di Yara. Tutto sarebbe riconducibile ad una coincidenza.

Saranno i risultati delle analisi tecniche specifiche a dire la verità. La speranza è che la cattura del mostro possa essere meno lontana e che un passo falso lo abbia fatto.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ybJ8I5ST598[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti