Per i funerali del cantante è stato scelto il giorno in cui avrebbe compiuto 69 anni. Lutto cittadino a Bologna

Lucio Dalla

Il giorno prescelto per l’ultimo saluto sarà quello del compleanno mancato.

I funerali del grande Lucio Dalla si svolgeranno domenica 4 marzo, data nella quella avrebbe compiuto 69 anni e avrannno luogo nella basilica di San Petronio di Piazza Maggiore a Bologna, alle 14,30.

La camera ardente del cantante sarà allestita domani, dalle 9.30, nel cortile d’onore di Palazzo d’Accursio, il palazzo comunale che si affaccia sempre su piazza Maggiore per permettere ai fan, agli amici e ai cittadini di rendere omaggio al cantautore bolognese. E’ stato dichiarato il lutto cittadino e, per permettere ai bolognesi di partecipare ai funerali, è stata posticipata alle 18.30 la partita Bologna-Novara, prevista per le 15.

La veglia Ieri un gruppo di amici tra cui il cantante Ron e stretti collaboratori di Lucio Dalla hanno vegliato per tutta la notte la salma dell’artista. Il corpo si trovava nella cappella Saint-Roch, nel centro storico di Losanna, dove è stata trasferita dall’hotel Plaza di Montreux poche ore dopo il decesso. Poi questa mattina il feretro è partito per Bologna, salutato da alcuni fan con baci e lanci di fiori.

Applausi all’arrivo del corpo. Il corpo di Dalla è arrivato alle 18.15 e attraversando la sua piazza Maggiore ha raggiunto la vicinissima casa di via D’Azeglio. Il carro funebre è stato accolto da un lungo applauso delle tante persone presenti ad aspettarlo. A seguirlo la sua Porsche gialla.

Casa sua a Bologna. E’ diventata un tappeto di fiori e biglietti di ricordo l’entrata dell’abitazione di Lucio Dalla in via d’Azeglio a Bologna. Per tutta la mattina è stato incessante il pellegrinaggio dei bolognesi per rendere omaggio a uno dei concittadini più amati.

Qualcuno ha lasciato anche due sciarpe del Bologna e della Virtus Pallacanestro, le due grandi passioni sportive di Dalla. Nei bar vicino alla casa si ascolta solo la sua musica e nei negozi, come in strada, non si parla d’altro. Nei tanti biglietti di ricordo fioccano le citazioni delle canzoni più famose, da L’anno che verrà a Piazza Grande. Ci sono anche tre lumini e un’immagine sacra: «Caro amico di tutti, la tua voce ci accompagna ancora!!!». Ma l’omaggio più intimo è nascosto sotto altri biglietti sotto il balcone di casa Dalla, in piazza dei Celestini: Dal Grondaia 1966 al Ca.Ba.Ma.Da.Pi. ciao Lucio dove vaì, firmato il tuo primo pianista.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=VkTNnCCKnE4&ob=av2n[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti