Respinta la richiesta fatta dalla difesa di Emilio Fede. I giudici dicono no: la sede rimane quella di Milano

Karima Ruby

Resta a Milano il processo sul caso Ruby a carico di Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti. Lo hanno deciso i giudici che hanno respinto come “tardiva” la nuova istanza della difesa del direttore del Tg4 di ‘traslocare’ la causa a Messina. L’udienza riprende con la discussione sui temi di prova.

A chiedere il trasferimento del processo, questa mattina, e’ stato Gaetano Pecorella che assiste il direttore del Tg4.

Per la difesa, – si legge su Sicilia Informazioni – la causa si sarebbe dovuta spostare dove, secondo l’accusa, Fede vide per la prima volta la giovane Ruby Karima in occasione di un concorso di bellezza. I giudici, su questa richiesta, si sono ritirati in camera di consiglio.

In apertura d’udienza, intanto, il collegio ha dato il suo ‘si’ condizionato’ alla presenza delle telecamere in aula: tv presenti ma solo in determinate occasioni perche’, ha stabilito il Tribunale, non si potrennao riprendere ad esempio le dichiarazioni testimoniali dal momento che in un procedimento di questo tipo,si discute di temi che attengono alla sfera personale delle persone.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=fWqMUDYPoAg[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti