Una compagnia lancia “Meet&Seat”, programma che permetterà ai passeggeri di scegliere il proprio vicino

nuove opzioni per un "gradevole" viaggio in aereo

Ai nostri giorni viaggiare in aereo é diventato una sofferenza. Non solo per i costi elevati, i ritardi e le valigie smarrite, ma anche per l’inospitabilitá degli aereoporti, lo scocciante controllo di sicurezza, gli stretti sedili negli aerei, il piccolo spazio per il bagaglio a mano, la maleducazione di alcuni inevitabili passeggeri e la sopresa del vicino di posto.

Per quest’ultimo aspetto, ad esempio, ognuno dei miei 40 e piú voli l’anno é motivo di divertimento per i miei figli.

Giá sanno che il mio vicino di sedia é immancabilmente: a) una simpatica vecchietta, b) una persona obesa, c) un bambino vivace, d) un passeggero che non riesce a star fermo e deve andare in bagno due volte l’ora, e) uno che tende a rovesciare le bevande.

Appena arrivo a destinazione i miei mostriciattoli sono curiosi di sapere chi ho beccato questa volta! L’unica volta che vicino a me in un viaggio da Milano a New York, si é seduta una bella bionda é stato 24 anni fa e l’ho sposata.

Ma ora la soluzione é finalmente arrivata. Lo scorso dicembre, un articolo pubblicato da “International Business Times”, un giornale online di New York annunciava che dal mese di febbraio 2012, la linea area Klm avrebbe permesso ai suoi passeggeri di scegliere il suo vicino.

Il programma della Klm chiamato “Meet &Seat” fa uso di social network come Facebook e Linkedin e, per ora, é offerto sui voli da Amsterdam diretti a New York, San Francisco e Sao Paulo.

La scelta puó essere effettuata durante un periodo di tempo che va da 90 giorni fino a 48 ore prima della partenza.

Per accedere al servizio basta andare sul sito Meet&Seat e farsi portare sul sito del proprio social network sul quale si indica il profilo del passeggero desiderato con i dati del proprio volo.

Una mappa dei posti dell’aereo mostra i profili degli altri passeggeri che partecipano al programma (fino a poco tempo fa, il manifesto dei passeggeri non poteva essere reso pubblico).

La Klm non é l’unica ad offrire questo servizio. Dallo scorso marzo la Malaysia Airlines ha un servizio di preferenza del vicino basato esclusivamente su Facebook e permette anche di controllare se qualche amico di Facebook sará su quel volo.

Il quotidiano “la Repubblica” riporta la notizia ripresa da “International Herald Tribune” del 23 febbraio, che da circa 10 anni le societá aeree cercano di migliorare le possibilitá di incontrare persone interessanti a bordo.

E questa non é una cosa da prendere alla leggera. Infatti, secondo un sondaggio tra 1.000 viaggiatori e riportato da “International Business Times”, 45% dei passeggeri ha ammesso di flirtare durante un volo. Un terzo delle persone intervistate ha affermato che un incontro a bordo di un aereo ha generato un appuntamento romantico e l’8% ha detto che l’incontro a bordo si é poi trasformato in una relazione sentimentale.

“Repubblica” ha poi fatto un elenco de “Il galateo del viaggiatore”, senza peró includere l’aspetto piú intollerabile di un viaggio aereo, e cioé il sedile davanti reclinato. Di solito questo é praticato da persone che viaggiano poco o da persone piuttosto egoiste. Secondo un sondaggio del quotidiano “USA Today”, il 27% di passeggeri ha risposto che i sedili dell’aereo non dovrebbero essere reclinabili. Il 17% ha poi risposto che e’ “maleducato reclinare” (i rimanenti passeggeri hanno detto di essere indifferenti al problema oppure di essere attenti nel reclinare).

Il sondaggio era stato effettuato dopo che un volo da Washington, D.C. a Ghana ha dovuto essere interrotto per un litigio tra due passeggeri per colpa di un sedile troppo reclinato.

© Riproduzione Riservata

Commenti