Medicati i 2 macchinisti, contusi tra i 70 passeggeri. L’area jonica investita da una nuova ondata di maltempo

ancora un deragliamento a Spisone

Ancora un deragliamento a Spisone. Come quattro anni fa, un’altra corsa maledetta lungo la SS114.

La pioggia torrenziale che continua ad interessare pure il versante ionico della provincia di Messina ha provocato uno smottamento di un terreno sovrastante la linea ferrata facendo finire fuori dai binari un convoglio regionale del treno Siracusa-Messina.

L’incidente si è verificato intorno alle 19.30. Feriti lievemente i due macchinisti, Pietro Scordi e Filippo Alternato, trasportati all’ospedale ”San Vincenzo” di Taormina.

Illesi i passeggeri ma la paura è stata tanta e qualcuno è stato colto da malore.

La circolazione ferroviaria al momento è interrotta. La frana ha trascinato alcuni alberi sui binari. I viaggiatori sono stati trasferiti su un autobus per proseguire il viaggio.Trenitalia ha istituito un servizio sostitutivo con pullman fra Taormina e Messina, per i treni regionali; e fra Catania e Messina per i convogli a lunga percorrenza. Tecnici e operai delle Fs sono al lavoro per ripristinare la sede ferroviaria e per rimettere sui binari il locomotore e una vettura.

Nel dicembre 2008 lo stesso punto dove si è verificato adesso il deragliamento del Siracusa-Messina, fu interessato da un analogo episodio e in quel caso furono 76 le persone che rimasero in sospeso tra i binari e il mare in una scena apocalittica per fortuna risoltasi senza feriti nè gravi conseguenze. Identica la causa dell’incidente, con la caduta di fango dalla strada statale sulla sede ferroviaria e i convogli in difficoltà. La storia si è ripetuta.

I due macchinisti sono stati costretti a una brusca frenata a causa della caduta di un albero sui binari, dovuta ai nubifragi di queste ore, che ha provocato il deragliamento della locomotiva e di una carrozza.

Polizia, Carabinieri, Polfer, Vigili del fuoco, Polizia municipale, Protezione Civile e volontari sono stati impegnati nelle operazioni di soccorso.

I passeggeri e hanno potuto continuare la corsa grazie al servizio pullman attivato da Rfi. Sono ora a lavoro per ripristinare la tratta gli operatori delle ferrovie.

Il convoglio era partito alle 17 da Siracusa e doveva arrivare a Messina alle 20.07. È lo stesso punto in cui l’anno scorso un vasto movimento franoso aveva bloccato i collegamenti autostradali e ferroviari.

Allerta per il maltempo fino a giovedì mattina in tutta la provincia di Messina (mercoledì le scuole rimarranno chiuse a Taormina, Giardini e Castelmola e in altri centri del comprensorio). Si attendono ora aggiornamenti meteo per il pomeriggio di domani, per comprendere quale potrà essere l’evolversi della situazione

© Riproduzione Riservata

Commenti