Tragico incidente per Francesco Currò e Francesco Paolo Messineo. C’è un’altra vittima: è il pugliese Luca Valente

Francesco Currò

Tre militari italiani sono morti in Afghanistan in seguito a un incidente stradale avvenuto nei pressi della località Shindand. Lo si apprende da fonti della Difesa.

I militari morti questa mattina in un incidente stradale in Afghanistan sono il caporal maggiore capo Francesco Currò, nato il 27 febbraio 1979 a Messina, e residente a Ravenna, il primo caporal maggiore Francesco Paolo Messineo, nato il 23 maggio 1983, originario di Termini Imerese e il primo caporal maggiore Luca Valente, nato l’8 gennaio 1984 a Gagliano del Capo (Lecce). Lo rende noto la Difesa, aggiungendo che il militare ferito ha avvisato personalmente i propri familiari.

Il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, anche a nome dell’intero Governo regionale, esprime “profondo cordoglio per la morte dei tre soldati italiani in Afghanistan e piena e convinta solidarietà ai familiari delle vittime”. “Mi stringo alle famiglie di questi militari nel momento del dolore e, in particolare ai parenti dei giovani siciliani Francesco Currò, originario di Messina, e Francesco Paolo Messineo, di Termini Imerese – ha continuato Lombardo – che hanno perso la propria vita nell’adempimento del loro dovere. E’ sempre molto alto il contributo di giovani vite che la terra di Sicilia fornisce per l’affermazione della pace e della democrazia nel mondo”.

“Esprimo commosso cordoglio ai familiari dei militari italiani caduti in Afghanistan, a nome mio e del Parlamento Regionale Siciliano “. Lo ha detto il presidente dell’Ars, Francesco Cascio, che ha aggiunto: “Il mio pensiero e la mia vicinanza va a questi soldati che ancora una volta si sono spinti fino al sacrificio estremo della vita per portare pace e democrazia in un luogo martoriato del mondo”. “La mia solidarietà – ha concluso Cascio – va alle famiglie di tutti loro ed in particolare, da presidente dell’Ars, non posso che manifestare una marcata commozione per il tributo di sangue altissimo che la Sicilia ha pagato finora, a cui purtroppo oggi si aggiunge un nuovo dolore per la scomparsa del messinese Francesco Currò e del palermitano Francesco Paolo Messineo”.

In segno di lutto per la morte in Afghanistan del primo caporal maggiore Francesco Paolo Messineo, il sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato, ha cancellato le iniziative previste questa sera per il penultimo giorno di Carnevale. Inoltre ha dichiarato il lutto cittadino in occasione dei funerali. “Esprimiamo solidarietà e cordoglio alla famiglia colpita dal grave lutto”, dice il sindaco. La società del Carnevale, i maestri cartapestai, la Pro Loco di Termini Imerese e il responsabile del cerimoniale dei Nanni, Viviana Raja, in adesione all’iniziativa dell’amministrazione comunale, sospenderanno per oggi tutte le iniziative.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=uEC9d0FDpMo[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti