La minaccia è concreta: “sveleremo grandi progetti nei prossimi giorni. In grado di colpire gli Usa ovunque”

Mahmud Ahmadinejad

Teheran fa sul serio e non si ferma. “L’Iran inaugurerà nei “prossimi giorni” diversi progetti nucleari “molto importanti”: lo ha affermato il presidente Mahmoud Ahmadinejad intervenendo alla manifestazione per il 33mo anniversario della rivoluzione in una affollata piazza Azadi a Teheran.

“Una grande tempesta sta arrivando, che strapperà le radici della tirannia”. Lo ha detto il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, riferendosi al Movimento per il ‘Risveglio islamico’, cioé le rivolte arabe, nella Regione. “E’ a vostro vantaggio – ha aggiunto rivolgendosi ai paesi occidentali – unirvi alle nazioni” che partecipano a questo movimento.

“L’Iran è in grado, se attaccato dagli Stati Uniti, di colpire le forze americane, ovunque si trovino nel mondo”, ha detto l’ambasciatore iraniano, Seyyed Mahmoud-Reza Sajjadi, sottolineando che “gli americani sanno bene qual è il nostro potenziale. L’Iran è in un’ottima posizione per reagire a un attacco che, per gli americani, sarebbe un suicidio”.

L’ambasciatore iraniano a Mosca, Seyyed Mahmoud-Reza Sajjadi, ha detto in una conferenza stampa nella capitale russa che gli Stati Uniti commetterebbero un errore in caso di attacco militare contro l’Iran.

“Gli americani conoscono molto bene l’Iran e quale sia il nostro potenziale”, ha detto Sajjadi citato da Interfax. “L’Iran è in un’ottima posizione per effettuare attacchi in tutto il mondo in rappresaglia all’America… Un attacco all’Iran sarebbe per loro un suicidio”.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xojdie_iran-nucleare-prossimamente-annunci-su-risultati_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti