Il monumento di bronzo per la première dame verrà inaugurato a Nogent-Sur-Marne. Ira degli anti-Sarkozy

Carla Bruni e Nicolas Sarkozy

Chi l’avrebbe mai detto che sarebe arrivata cosi in alto. Da modella a cantante a Première dame, per Carla Bruni il passo è stato davvero breve. E ora una banlieue parigina ha pensato persino di dedicarle una statua. L’idea è di Jacques Martin, sindaco conservatore di Nogent-sur-Marne, che vuole dedicare un monumento alle “plumassieres”, le vecchie materassaie del luogo, in gran parte di origine italiana. E a rappresentarle vorrebbe un’operaia con il volto della Bruni.

La statua sarà opera della scultrice Elisabeth Cibot e, come detto, dovrebbe immortalare l’immagine della première dame in tenuta da operaia, in omaggio alle dipendenti di  una fabbrica in cui si lavoravano le piume, che un tempo sorgeva a Nogent-Sur-Marne e nella quale lavoravano tante operaie del Belpaese:.

«Sarà un piccolo omaggio all’Italia», ha commentato entusiasticamente il sindaco Martin che ha rilevato come il monumento vorrà ricordare il contributo delle donne della penisola allo sviluppo della sua città. Ma l’opposizione comunale è insorta: «Ricordare le donne di Nogent con l’immagine di una persona che non ha alcun rapporto con la città è davvero di dubbio gusto – dichiara al quotidiano Le Parisien il socialista William Geib – È triste per le donne che fanno questo mestiere. Carla Bruni ha visto più piume di struzzo alle sfilate di moda che nelle fabbriche».

La moglie di Nicolas Sarkozy, secondo quando ha confermato, è disposta a posare per Elisabeth Cibot, ma il suo nome non dovrebbe apparire sulla statua.

Questo non ha impedito il sorgere di polemiche, soprattutto perché secondo l’opposizione Martin avrebbe fatto votare i fondi per la statua (oltre 40mila euro) nel 2011 senza però specificare che avrebbe avuto i tratti di Carla Bruni: “È grottesco, è un insulto per le operaie dar loro il volto di una persona ricchissima: non ho nulla contro Carla Bruni-Sarkozy ma non rappresenta certo il mondo operaio”, ha commentato il consigliere comunale socialista William Geib.

© Riproduzione Riservata

Commenti