Ancora neve in Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo. Gelo nel Centro-Sud. Fiumicino tornato alla normalità

il freddo continua paralizzare l'Italia

Notte senza situazioni particolarmente critiche per la circolazione stradale, riferisce la Polizia di Stato, ricordando che nella giornata odierna il quadro sarà agevolato dal divieto generale di transito dei mezzi pesanti con massa superiore ai 75 quintali dalle 8.00 alle 22.00. Questo, in aggiunta alle interdizioni stabilite dai Prefetti di varie province dell’Italia centro-meridionale motivate dalle problematiche connesse al maltempo.

Per la giornata di oggi il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni metereologiche avverse con cui si segnalano: nevicate fino alle quote del livello del mare su Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Umbria, Lazio, Sardegna, Abruzzo e Molise, con quantitativi cumulati moderati, localmente elevati su Romagna e Marche; neve a quote superiori a 300-500 metri su Campania, Basilicata e Calabria, in abbassamento fino a 200 metri sulla Campania, con quantitativi cumulati moderati, localmente elevati sulla Calabria e al di sopra di 700-900 metri sulla Sicilia, in calo sino a 500-600 metri, con quantitativi cumulati moderati. Precipitazioni a carattere di rovescio o temporale su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia. I fenomeni saranno accompagnati da raffiche di vento ed attività elettrica.

Questa mattina, tuttavia, si sono attenuate le precipitazioni in Emilia Romagna dove alle ore 8 nevicava senza nessuna turbativa alla circolazione. La situazione più critica si registra sull’E/45 nel tratto toscano fino al Passo del Verghereto dove la circolazione è consentita esclusivamente con pneumatici invernali o catene da neve montate. Nevica senza turbative sull’A/22 tra Carpi e Mantova e nel tratto veneto dell’A/4 Milano – Trieste.

Sull’A/24 tra Castel Madama e Teramo e lungo tutta l’ A/25 è stata interdetta per tutta la notte la circolazione dei mezzi pesanti e si protrarrà fino a cessate esigenze. Sempre in Abruzzo permangono le chiusure su alcuni tratti di strade statali – NSA 253, SS5, SS 696 mentre nelle Marche e in Umbria la SS73bis. Sull’A/3 Salerno – Reggio Calabria sono in atto nevicate a tratti intense tra gli svincoli di Lagonegro e Frascineto: deviazioni in atto per tutti i mezzi pesanti e per i mezzi sprovvisti di catene in direzione nord presso lo svincolo di Falerna e in direzione sud presso lo svincolo di Lagonegro nord; analogamente uscita obbligatoria a Sibari in direzione nord con rientro ad Atena Lucana.

A Trieste la NSA 326 raccordo autostradale Lacotisce Rabuiese è chiuso per vento forte. In Veneto sta nevicando in provincia di Venezia sulla SS 12 dell’Abetone e del Brennero dal Km 245 al Km 258 e sulla SS 14 della Venezia Giulia dal Km 3 al 76, sulla SS 51 dell’Alemagna dal Km 0 al km 118, sulla SS 309 Romea da Km 55 al Km 126.

Nel teramano sulla SS80/Var la rampa in direzione Teramo è chiusa, mentre sulla SS 80 RAC le rampe di entrata e uscita sono ghiacciate. In Basilicata, la SS7 Appia nel potentino è chiusa per neve dal km 395+500 al km 404+500. In Sicilia sono chiuse per neve: la statale 117 da Mistretta a Nicosia dal Km 17+250 al Km 39+800 la statale 120 dell’Etna e delle Madonie dal Km 42 al Km 66 in località Scillato la statale 289 di Cesarò dal Km15 al Km 49+500 in località Salsatello Volpe e Cesarò la statale 643 dal Km 0 al Km 16.

Nessuna turbativa in atto su Roma dove il Sindaco ha prorogato fino alle ore 24.00 di oggi 12 febbraio l’ordinanza che vieta all’interno del territorio di Roma Capitale, in concomitanza con le precipitazioni nevose, il transito agli autoveicoli sprovvisti di catene montate o pneumatici invernali, nonché ai ciclomotori e motoveicoli.

Si continua a raccomandare agli automobilisti di evitare di mettersi in viaggio e, ove gli spostamenti fossero indifferibili, di equipaggiare i veicoli con catene da neve o pneumatici invernali, mantenersi costantemente informati sulle condizioni di strade ed autostrade, nonché porre la massima prudenza nella guida.

Dopo la riduzione di ieri del 50% dei voli decisa dalle 17.00 fino alla mezzanotte a causa del maltempo, oggi l’aeroporto di Fiumicino torna alla piena operatività dei voli, seppur ancora con qualche inevitabile rallentamento. Questa mattina si stanno via via presentando in aeroporto le decine di passeggeri che hanno trascorso la notte negli alberghi, a causa del proprio volo cancellato ieri sera, e che devono essere riprotetti con i primi voli utili. La percentuale ieri di cancellazioni, allo scalo romano, sull’intero operativo dei voli nella giornata, seppur con una rilevanza maggiore dalle 17.00 in poi, è stata del 23% per i collegamenti in arrivo e del 17% per quelli in partenza.

Circolazione ferroviaria: tutte le linee principali della rete sono operative rispettando il piano di emergenza neve predisposto da ferrovie dello Stato Italiane per la giornata di oggi, in coerenza con le indicazioni di Protezione Civile.

© Riproduzione Riservata

Commenti