L’attrice Fran Drescher racconta che ad unirla all’ex marito “sono stati gli extraterrestri, abbiamo le prove”

Fran Drescher

San Valentino si avvicina ma Cupido è passato di moda. Ne è convinta Fran Drescher, la celeberrima “Tata” di un telefilm molto amato negli anni ’90.

La Drescher ha rivelato all’Huffington Post che a fare da agenzia matrimoniale tra lei e l’ex marito Peter Marc Jacobson furono, in tempi non sospetti, gli extraterrestri.

Secondo quanto rivela infatti l’attrice e produttrice, entrambi avrebbero avuto un incontro ravvicinato del terzo tipo con gli alieni, quando ancora non si conoscevano.

“Frequentavamo entrambi il liceo e in quel momento eravamo in auto con i rispettivi padri – ha raccontato la Tata televisiva – dopo qualche anno ci siamo incontrati e abbiamo scoperto di aver avuto la medesima esperienza”. E un particolare rende la cosa ancora più inquietante: “Abbiamo entrambi la stessa cicatrice, esattamente nello stesso punto”.

E proprio in quel punto sarebbe stato posizionato un chip attraverso il quale gli extraterrestri avrebbero condizionato il cervello della Drescher – e del marito – fino al punto di “costringerli” a unire i loro destini. A poco serve che Jacobson spieghi come quella cicatrice se la sia procurata in modo più empirico: secondo Fran, questo convincimento sarebbe anch’esso figlio del lavaggio del cervello a opera degli alieni.

Certo, se tutto questo fosse vero, è evidente come gli alieni abbiano ancora da imparare da Cupido: la Drescher e Jacobson, hanno divorziato dopo diversi anni di matrimonio. La loro unione sentimentale si è però rivelata un fruttuoso sodalizio artistico: insieme hanno prodotto proprio La Tata, mentre successivamente la Drescher è stata protagonista e produttrice del telefilm Happily Divorced, incentrato proprio sul proprio periodo post-divorzio. Chissà che anche queste relazioni con gli alieni non siano di felice ispirazione per un prossimo show televisivo…

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=k48qZv_7aFE&feature=related[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti