“Mai ricevuti i rendiconti. Per il Festival del Cinema ho anticipato soldi io. Aspetto i rimborsi e compensi 2011”

Deborah Young

Clima sempre più incandescente sulle direzioni artistiche a Taormina Arte. I contratti sarebbero scaduti e il Comitato ha già annunciato che punterà su incarichi a progetto con sponsorizzazioni.

E adesso, dopo le polemiche tra Enrico Castiglione e Mauro Passalacqua, interviene Deborah Young, direttore artistico dal 2007 al 2011 del Taormina Film Fest. “Al momento non ho ricevuto alcuna comunicazione nè di benservito, nè di invito a presentare le proprie proposte”, è quanto afferma la Young in una intervista rilasciata ad un quotidiano nelle scorse ore.

“Riguardo alle spese sostenute per l’organizzazione del Taormina Film Fest e riguardo al budget stanziato, non ho alcuna informazione dato che se ne occupa Taormina Arte e non ho mai ricevuto un rendiconto dell’evento” dice la Young.

“In questi anni mi sono occupata solo ed esclusivamente della direzione artistica del Taormina Film Fest cioè selezionare film, invitare ospiti, interfacciarsi con gli sponsor, coordinare gli eventi, gestire le sezioni del Festival. A tal proposito ci tengo a precisare che ho dovuto anticipare tramite la mia società, Ka Studio srl, gli stipendi ed i soggiorni a Taormina di tutto il mio staff e dei vari collaboratori e consulenti che mi hanno affiancata in questi anni. Parliamo di quasi 15 persone per ogni edizione”.

“Per l’edizione dello scorso anno, fino ad oggi mi è stata pagata solo una delle quattro rate che mi sono dovute per tutta la direzione artistica 2011. Nel caso si decida di nominare un nuovo direttore oppure una serie di curatori, mi aspetto che, prima di definire un nuovo budget, provvedano a saldare le spese arretrate”.

Della nuova politica o delle nuove «scelte politiche» che il Comitato Taormina Arte starebbe per adottare, Deborah Young dice: “Non so nulla. Non ho ricevuto nessuna lettera. In realtà non so nemmeno se esiste una lettera. Tutto quello che so, l’ho letto dalla stampa”.

Intanto, come detto, continua il botta e risposta tra Enrico Castiglione e TaoArte, con il regista che tornando sulla querelle ha dichiarato: “Se Passalacqua ritiene ridicola le numerose presentazioni mediatiche da lui fatte del programma di Taormina Arte 2012 e 2013 vuol dire che le sue conferenze stampa sono ridicole”.

© Riproduzione Riservata

Commenti