A Torino 2-1 con doppietta di Matri: bianconeri soli in vetta, in attesa del Milan. Ma i friulani non demeritano 

Alessandro Matri

La Juventus batte 2-1 l’Udinese, mantiene la testa della classifica e allunga almeno per una sera sul Milan. I bianconeri vincono una partita molto tirata, grazie a una doppietta di Alessandro Matri (arrivato a nove gol stagionali). In mezzo il pari di Floro Flores.

Il match si svolge sotto una fitta nevicata, il manto erboso dello Juventus Stadium tiene però ottimamente, grazie alla coperura dei teloni e alle serprentine che riscaldano il terreno e non consentono alla neve di attecchire.

Parte con la consueta intensità la Juventus, efficace nel suo 3-5-2, grazie ai soliti tagli precisi e al costante pressing molto alto condotto in primis dagli attaccanti. La prima grande palla gol capita subito a Estigarribia, Handanovic chiude lo specchio in uscita. Il primo tempo esalta le qualità dei portieri attualmente più forti del Campionato. La squadra di Guidolin si difende con ordine: annulla i tagli di Licthsteiner, contiene il ritmo e le geometrie di Pirlo, ribaltando le azioni con la grande velocità nelle ripartenze. I friulani trovano sulla loro strada un Buffon in forma strepitosa.

Il numero uno della Nazionale, prima vola su Basta, poi devia su gran tiro dal limite di Armero. Handanovic dall’altro lato invece si catapulta con un’uscita spericolata su Matri lanciato a rete. A due minuti dalla fine del primo tempo passa in vantaggio la Juventus, spunto di Giaccherini sulla sinistra, smorzato da Quagliarella di testa su cui salva Handanovic, sulla ribattuta piomba Matri in tapin.

Nel secondo tempo la Juventus sbanda prestando il fianco ai contropiedi ficcanti in copia dell’Udinese, sospinta da un Armero in condizione atletica straripante. Il limite della Juve è che deve tenere sempre un gran ritmo per riuscire a esprimere la propria superiorità.

Di Natale fallisce il pari di un soffio con un tiro da fuori area. Il gol del pareggio arriva su un contropiede velocissimo, finalizzato con un destro a giro imprendibile per Buffon a opera di Floro Flores. Conte ricorre ai cerotti, inserendo Marchisio al posto di Quagliarella, il Principino imbocca Matri che dall’interno dell’area si gira e di sinistro trafigge Handanovic per la seconda volta a venti minuti dalla fine. In mezzo la girandola di cambi: Guidolin manda in campo Battocchio per Domizzi. La Juve in precedenza aveva sostituito Estiggaribia con Pepe e Lichtsteiner con De Ceglie. L’Udinese non molla e produce almeno altre due palle gol, ma il risultato non cambia più.

L’altro anticipo fra Catania e Parma finisce 1-1. Etnei in vantaggio con Bergessio al 33’pt, pareggio di Modesto al 43’pt.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xo4jhq_juventus-2-1-udinese_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti