Seedorf, Robinho e Ibra stendono 3-1 la Lazio. Adesso l’ennesima grande sfida contro i bianconeri di Conte

Robinho e Seedorf

Sarà sfida Milan-Juventus anche in Tim Cup. Battendo la Lazio per 3-1, i rossoneri si guadagnano la qualificazione alla semifinale dove affronteranno i bianconeri di Conte, con cui si stanno contendendo il primato in campionato.

Chi vince affronterà con tutta probabilità nella finalissima (20 maggio a Roma) il Napoli, che dall’altra parte del tabellone se la vedrà con il Siena.

Sotto per il gol lampo di Cissè, la formazione di Allegri ha ribaltato il risultato con Robinho e Seedorf, chiudendo i conti con il solito Ibrahimovic. San Siro ancora stregato per Reja, battuto quattro giorni fa dall’Inter sempre in rimonta.

Lazio in vantaggio già al 5’: Cissè, con un gran destro al volo, sfrutta al meglio l’assist di Gonzalez portando in vantaggio la sua squadra che «rischia» di raddoppiare poco dopo con Lulic (Amelia in due tempi). Nel Milan Ibra in panca, con Robinho c’è El Shaarawy. Esordio per Mesbah. Al 15’ arriva il pari: dopo il contrasto aereo Merkel-Stankevicius, Robinho arriva prima di tutti e col sinistro fulmina Marchetti: 1-1. Tre minuti dopo il Milan, approfittando delle amnesie dell’inedita difesa a tre di Reja (Diakitè-Stankevicius-Dias) ribalta il risultato: tocco pregevole di El Shaarawy per Seedorf, dribbling secco su Dias e tiro sotto l’incrocio. Gara splendida, al 22’ miracolo di Amelia sul colpo di testa ravvicinatissimo di Gonzalez.

Non c’è un attimo di tregua: Robinho, «servito» da Dias, scarta anche Marchetti ma non trova la porta da posizione defilata. Nel finale Cissè (due volte) ed Hernanes (punizione parata da Amelia) sfiorano il pari, mentre Merkel non devìa l’ottimo suggerimento di Seedorf, decisamente a suo agio da trequartista. Reja ridisegna la Lazio con Ledesma per Diakitè: torna la difesa a 4 ma subito un paio di rischi. Ci prova anche Mexes, nella stessa azione Dias colpisce Van Bommel in area ma Gervasoni non si accorge di nulla. Era rigore ed espulsione del brasiliano.

La Lazio (con Klose per Rocchi) non punge: si rivede al 20’ El Shaarawy, di poco alta la sua conclusione. Ibra per Merkel, ma si risveglia Cissè: gran destro dai 25 metri, Amelia in angolo. In contropiede El Shaarawy manca il 3-1, mentre al 39’ non sbaglia Ibra: scattato sul filo del fuorigioco dopo un numero di Emanuelson, lo svedese batte Marchetti in uscita. Il Milan chiude il discorso-qualificazione. Ora c’è la Juve.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xo2bdd_ac-milan-3-1-lazio-roma_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti