La sorella della duchessa di Cambridge inseguita dai paparazzi: “non mi lasciano libera, neppure un attimo”

Pippa Middleton

È guerra ai paparazzi per Pippa Middleton, sorella di Kate, duchessa di Cambridge e consorte del principe William.

Ha annunciato che farà causa a fotografi e giornalisti che la perseguitano incessantemente, giorno e notte, per violazione della privacy e violenze fisiche e morali. Un accanimento mediatico che ricorda quello inflitto alla principessa Diana, la quale inseguita dai paparazzi, perse la vita in un incidente a Parigi il 31 agosto del 1997.

Si parla di circa 400 scatti al giorno. I fotografi sono una persecuzione per Pippa: «La seguono come Diana», hanno confidato alcuni suoi amici al tabloid britannico Sunday Express. «Si sente oppressa da tutta l’attenzione che riceve e non ne può davvero più», ha detto al Daily Mail una fonte di palazzo reale.

È preoccupata per la sua sicurezza anche la famiglia della ragazza che, a differenza della sorella, non gode della protezione delle guardie del corpo del Palazzo. Tanto che qualche giorno fa lo studio legale Harbottle and Lewis ha mandato una lettera alle agenzie fotografiche che vendono gli scatti di Pippa ai media di tutto il mondo, avvertendoli che la 28enne – diventata di colpo una celebrità dopo le nozze di Kate – potrebbe rivolgersi a un tribunale.

La cognata del principe William, soprattutto dopo la rottura con il fidanzato Alex Loudon, lamenta di essere pedinata in continuazione dai paparazzi, che arrivano a scattarle fino a 400 immagini al giorno.

© Riproduzione Riservata

Commenti