Tronchetti Provera apre a un ritorno dello Special One: “in futuro potrebbe accadere”. Benitez al Real Madrid?

Tronchetti Provera

Riecco il tormentone. “Un ritorno a Milano di Mourinho? Per ogni interista lui è legato a tante emozioni, quindi perché no in futuro. Noi siamo contenti della situazione attuale, ma la vita della squadra è prioritaria”.

A dirlo non è uno qualunque, ma Trochetti Provera a margine della presentazione delle gomme Pirelli per la stagione 2012 di Formula 1.

Un’apertura con tutti i crismi allo Special One che sta vivendo momenti molto tesi a Madrid. Prima le voci dello spogliatoio spaccato (con Sergio Ramos che gli avrebbe ricordato la sua ‘non’ carriera da calciatore), poi i fischi del Bernabeu, i veleni della stampa (As che lo paragona a Schettino che abbandona la nave) e le voci di un suo addio a fine stagione. Con i nomi dei possibili successori che già hanno iniziato a girare.

Il grande sogno di Florentino Perez è evaporato a causa di Leonardo (Carlo Ancelotti), il numero due della sua lista è da tempo quell’Arsene Wenger non più certo di restare all’Arsenal. Oltremanica la pista del tecnico Gunners si è riaperta.

E poi in Spagna c’è chi sussurra che al Real potrebbe verificarsi un cambio della guardia identico a quello che avvenne all’Inter un anno e mezzo fa, con Raga Benitez in sella. Già, perché il tecnico iberico gode ancora di grande popolarità nella Liga, per nulla intaccata dalla sua parentesi nerazzurra. Voci, comunque. Al momento nulla di più. Come il sogno di Tronchetti che rivorrebbe Mou ad Appiano Gentile. Senza tenere conto che il Vate di Setubal chiede un ingaggio e un progetto che l’Inter di oggi non è sicura di potergli dare. Oltretutto ora in sella alla squadra nerazzurra c’è un ottimo Claudio Ranieri: “Andiamo bene con lui”, assicura Tronchetti. Tranciata l’ipotesi Guardiola (che aveva rilanciato Maradona nelle scorse ore): “E’ un tema che non è sul tavolo”.

Il numero uno di Pirelli ha parlato anche di mercato. “Tevez interessa ancora? Ormai no, sta seguendo un altro percorso. L’Inter ha ritrovato i suoi campioni, non c’è una esigenza d’ avere lui o un altro. Ma lui resta un grande campione”. Thiago Motta (che secondo le ultimissime dichiarazioni dell’agente Dario Canovi è al passo di addio, ndr)? “E’ una domanda a cui per ora non c’è risposta. Sono scelte che fa la squadra insieme al giocatore e in queste scelte io non entro. E’ un grande campione anche lui che ha dato molto all’Inter”.

Chiusura su Lucas: “Investire molto sui giovani di solito è una cosa giusta”. A giugno le possibilità che la stella del San Paolo si vesta di nerazzurra è concreta. Il viaggio di Marco Branca in Brasile è servito a scaldare la pista e mettere sul tavolo alcune situazioni di cui se ne riparlerà a primavera. Massimo Moratti ci conta…

© Riproduzione Riservata

Commenti