All’ex ospedale prevista l’attivazione di un PPI: ma non sarebbe in grado di sostituire la Guardia Medica

l'ex ospedale di Taormina

Il via libera dell’Asp ad un Punto di Primo Intervento a Taormina, innesca polemiche. L’azienda ha disposto l’attivazione di un “PPI” nell’hinterland e la sede è stata individuata nell’ex ospedale “San Vincenzo”. Ma sull’argomento si accende subito il dibattito nella sanità territoriale.

“Avendo appreso la notizia della prevista attivazione di un PPI presso l’ex ospedale di Taormina – dichiara Enzo Picciolo, vicepresidente nazionale dello SMI (Sindacato Nazionale Medici), responsabile regionale del Sues 118 e consigliere dell’Unione dei Comuni – , si precisa che ciò va contro quanto firmato e sottoscritto con accordo regionale e aziendale sulle modalità e utilità dell’attuazione di un PPI in questo comprensorio. Esso infatti non sostituisce la continuità assistenziale (l’ex guardia medica ) ma è di fatto solo un presidio dedicato alle emergenze minori e, contrariamente alla continuità assistenziale, non effettua visite domiciliari, né prescrizioni di continuità dell’assistenza, così come è logico per una guardia medica”.

“L’allocazione presso i Poliambulatori del distretto – continua Picciolo – è, altresì, la più logica conseguenza di assistenza al cittadino presso le ore diurne in presidii ad oggi scoperti da tale servizio, dove confluisce un’alta percentuale di popolazione che necessita di assistenza. Poiché l’accordo regionale prevede l’attivazione di un solo presidio per distretto, è chiaro che l’allocazione naturale è presso uno dei poliambulatori siti all’interno del distretto sociosanitario di Taormina. A tal proposito mi sono già attivato, come consigliere dell’Unione dei Comuni, presso la presidenza, affinché tale presidio venga allocato nella sua sede naturale, ovvero nel Poliambulatorio di S. Alessio, dove la contemporanea presenza della guardia medica permette l’assistenza h24 al cittadino, in quanto di giorno ci sarebbe il PPI e di notte la guardia medica”.

L’attivazione del PPI presso il Poliambulatorio di S. Alessio permetterebbe l’assistenza al cittadino per le emergenze minori nell’intero arco delle 24 ore: e a Taormina? “A Taormina – spiega Picciolo – saremmo senz’altro favorevoli sul fatto che andrebbe attivato, invece, presso il Pronto Soccorso un ambulatorio per i codici bianchi, ovvero per le emergenze minori, cosa ben diversa dal PPI, che nasce con l’obiettivo di garantire l’emergenza sul territorio e ridurre le prestazioni improprie che gravano sul Pronto Soccorso”. IL PPI previsto nell’ex ospedale di Taormina, condivide con la guardia medica, soppressa a suo tempo, solo il personale medico preposto, che però in questo caso non può andare a visitare il paziente a casa. Questo PPI previsto nell’ex ospedale non può sgravare il Pronto Soccorso dall’eccessiva pressione di richieste di assistenza, perché il medico che visita il paziente, diversamente da quanto stabilito dall’accordo aziendale, non può rivolgersi per gli eventuali approfondimenti diagnostici agli specialisti del poliambulatorio – come invece può avvenire a S. Alessio – perché non presenti presso la struttura in questione”.

Il Punto di Primo Intervento a Taormina farebbe, insomma, 12 ore al giorno e non rappresenterebbe una struttura sostitutiva della guardia medica soppressa a Taormina nel 2008, in quanto il medico non potrebbe garantire prestazioni assistenziali domiciliari. Saranno i prossimi giorni, a questo punto, a delineare gli scenari all’orizzonte.

Di riflesso è tornato in primo piano il vecchio “San Vincenzo”, l’immobile ubicato in contrada Cuseni, che è stato al centro di una situazione controversa sulla proprietà e la destinazione. La Regione, ai tempi della Giunta Cuffaro aveva avviato una procedura per la vendita, in seguito ripresa e rimodulata dall Esecutivo Lombardo.Per il vecchio ospedale è emersa, tuttavia, la presenza di atti storici che hanno posto un vincolo d’uso, per finalità sanitarie, dell’immobile e anche questo fattore ha stoppato la prospettiva della vendita.

© Riproduzione Riservata

Commenti