Primo intervento di 90 minuti del candidato socialista all’Eliseo: “nostro vero nemico è il mondo della finanza”

Francois Hollande

Nicolas Sarkozy è avvisato. A tre mesi ormai dalle elezioni presidenziali, il candidato di punta socialista Francois Hollande ha tenuto il suo primo, vero discorso elettorale: “Sono consapevole del mio compito: incarnare il cambiamento, far vincere la sinistra e ridare fiducia alla Francia”, ha esordito il 57enne politico in un discorso di 90 minuti tenuto a una platea di 25mila sostenitori (secondo le cifre degli organizzatori) a Le Bourget, vicino a Parigi.

Lo slogan della campagna di Hollande è “Le Changement c’est maintenant” (il cambiamento è ora) e il palco di oggi richiamava i colori patriottici, blu-bianco-rosso. Prima del suo intervento fiume, si è esibito l’ex campione di tennis diventato popstar Yannick Noah.

Nei sondaggi Hollande è dato favorito sull’impopolare presidente Nicolas Sarkozy (28-30% contro il 23-24% al primo turno del 22 aprile), ma la sua popolarità viene lentamente erosa da un ritorno dell’estrema destra (con Marine Le Pen data al 18-29%) e dei partiti di centro (Francois Bayrou con il 12-14% virtuale), ma anche dai suoi tentennamenti.

Nel suo discorso, Hollande ha ribadito il suo attaccamento ai valori socialisti, sostenendo che il vero nemico è il mondo della finanza: “Il mio avversario non ha nome, nè faccia, nè partito, non si candiderà mai, anche se governa… È il mondo della finanza”, ha spiegato.

Tra i presenti c’erano ben quattro ex premier socialisti, compreso Lionel Jospin, che nel 2002 regalò al partito una cocente sconfitta al primo turno delle presidenziali a favore dell’allora leader di estrema destra Jean Marie Le Pen. In platea anche l’ex compagna ed ex candidata socialista alle presidenziali del 2007, Segolene Royale, sconfitta da Sarkozy, e la figlia di Mitterand, Mazarine Pingeot.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xnwzws_francois-hollande-le-changement-c-est-maintenant_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti