Superpippo vuole giocare a febbraio con l’Arsenal ma Allegri pensa ancora di escluderlo dalla lista europea

Pippo Inzaghi

Mentre Paolo Maldini esterna tutta la sua rabbia per la considerazione pari a zero ricevuta dal Milan dopo il suo ritiro dall’attività agonistica, Filippo Inzaghi si morde invece la lingua quando, al 60′ della gara di Coppa Italia contro il Novara, Massimiliano Allegri lo ha richiamato in panchina, sostituendolo con Pato.

Per SuperPippo si trattava della sua prima partita da titolare in stagione, e il suo ritorno in campo, più in generale, dal 6 novembre scorso (Milan-Catania): ha corso tanto, si è sbattuto, ma ha avuto pochissimi palloni giocabili per rendersi veramente pericoloso. Al momento della sostituzione, ha raccolto la giacca e preso immediatamente la via degli spogliatoi, ignorando completamente l’allenatore.

Allegri, da parte sua, ha provato a minimizzare su un episodio che, però, lascia pochi dubbi sul feeling rugginoso fra i due. “Non ho nessun problema con Inzaghi – ha affermato il tecnico rossonero nel dopo-gara -. Avrebbe voluto giocare tutta la partita, ma io dovevo fare dei cambi. Sono comunque contento di quello che ha fatto in questi 60 minuti”.

” O gioco o me ne vado” è il monito di Inzaghi, che si sente ancora in grado di essere decisivo. E nel frattempo, dalla Svizzera torna a riaccendersi una voce circolata negli ultimi giorni, che vorrebbe un trasferimento di SuperPippo al Bellinzona: il rumor è stato ribattuto anche dal “Blick”, autorevole quotidiano in lingua tedesca di Zurigo, il secondo come bacino di lettori del Paese. Il tecnico della squadra granata, Martin Andermatt, ha però glissato con una battuta a chi gli chiedeva di Inzaghi: “E’ un nome importante, l’ho ammirato spesso in tv… ma sarebbe meglio Seedorf…”.

Oggi si torna ad affrontare il Novara, al “Piola”, ma ancora una volta tra Inzaghi e Allegri è sceso il gelo e stavolta Superpippo ha fatto capire che vuole giocare a febbraio negli ottavi di Champions League contro l’Arsenal. Il bomber si immagina in campo il 14 febbraio per la gara d’andata ma il tecnico pensa alla sua esclusione dalla lista Champions, come già nella prima fase.

Inzaghi vuole tornare “re” del gol in Europa e vuole riprendere Raul. Allegri è avvertito.   

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Y9c0H_7Nn4Q[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti