Accordo in extremis per lo sceneggiato di Mediaset: le riprese potranno andare avanti almeno un altro anno

il cast di Centovetrine

Centovetrine, almeno per il momento, è salva. La soap televisiva, che dopo undici anni rischiava di chiudere, proseguirà almeno per un anno: un accordo in tal senso è stato raggiunto fra Mediaset e la società Mediavivere (Endemol), che produce gli episodi della serie negli studi di “Telecittà” a San Giusto Canavese (Torino).

L’accordo – di cui si è avuta conferma da fonti della Regione Piemonte – prevede un taglio nei costi di produzione ma nessuna riduzione dei 150 posti di lavoro.

“E’ il riconoscimento della validità di un progetto televisivo che per il Piemonte è un progetto con importanti ricadute occupazionali”. Così ha commentato l’assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Michele Coppola.

“E’ una decisione estremamente positiva – ha aggiunto Coppola – per la trasmissione televisiva, per i lavoratori e per il futuro di un sistema regionale di sostegno al cinema e alle produzioni televisive nel quale la Regione Piemonte crede fermamente e che intende continuare ad affiancare e sostenere”.

Coppola, che nelle settimane scorse aveva avviato iniziative e contatti per salvare la produzione di “Centovetrine”, ha infine ringraziato Piersilvio Berlusconi “per l’impegno profuso per la prosecuzione della soap opera e per aver continuato a credere nelle capacità culturali, professionali e produttive del ‘sistema cinema’ attivato in Piemonte”.

© Riproduzione Riservata

Commenti