L’argentino fa sapere che è pronto a ridursi l’ingaggio del 40%. Moratti pronto all’assalto finale dopo il derby

Carlos Tevez

L’affare sfumato col Milan per il ‘no’ di Pato al Psg non lo toglie dal mercato, né lo riavvicina a Manchester. E allora per Tevez all’Inter ora la strada è spianata: con buona pace dei sostenitori milanisti.

Secondo indiscrezioni l’argentino avrebbe addirittura comprato casa nel capoluogo lombardo e dunque in ogni caso si trasferirebbe in Italia. Ma se, salvo clamorosi versamenti nelle casse rossonere da parte del presidente Berlusconi, il Milan non sembra al momento intenzionato a sedersi nuovamente al tavolo delle trattative, dall’Inghilterra arrivano voci secondo cui l’Apache sarebbe disposto a ridursi l’ingaggio pur di poter vestire la maglia dell’Inter.

Il sacrificio sarebbe importante: si parla di una riduzione del 40%, dagli attuali 13 milioni più bonus a 7,5 milioni di euro a stagione. Moratti lo segue, lo vuole. Ha promesso che dopo il derby tornerà a concentrarsi sul mercato e un investimento sul talento uscente del City è sicuramente il più quotato. In realtà l’Inter starebbe seguendo con grande interesse Lucas, ma i 30 milioni chiesti per un talento che, per quanto grande, conta solo 19 primavere, sembrano troppi.

Carlitos Tevez intanto non è certo contento dell’esito della trattativa con il Milan. Lui aveva accettato la corte rossonera, respingendo di fatto un primo ritorno dell’Inter che aveva proposto un prestito con diritto di riscatto fissato a 25 milioni, ma ora sarebbe pronto ad approdare sull’altra sponda del Naviglio per mettere fine all’agonia che da mesi vive coi citizens.

In attesa del nuovo assalto della prossima settimana dunque l’Inter appare favorita, ma non è da sottovalutare l’interesse del Psg. Anch’esso ferito dall”Imbroglio Pato’, il club francese starebbe pensando ad una maxi offerta agli inglesi: 27 milioni per il cartellino e 10 milioni a stagione per l’Apache.

Intanto stasera c’è il derby: e se Tevez fosse il “regalo” di Moratti in caso di successo?

© Riproduzione Riservata

Commenti