Un gol del “Principe” lancia i nerazzurri a -5 dai “cugini” e a 6 punti dalla Juventus, che ora è capolista solitaria 

Diego Milito

L’Inter batte il Milan 1-0 e si aggiudica il derby di Milano, posticipo della 18ª giornata della Serie A.

Decide un gol di Diego Milito ad inizio ripresa. Con questo successo i nerazzurri salgono a quota 32 punti, al quinto posto in classifica e adesso rivedono la zona scudetto.

Passo falso, dunque, per il Milan, che non approfitta del pareggio della Juve e della sconfitta dell’Udinese. L’Inter adesso è a soli 5 punti dal Milan e a 6 dalla Juve, capolista solitaria.

Accontonate le sirene parigine, Pato torna titolare al fianco di Ibrahimovic, mentre nell’Inter Milito fa coppia con Pazzini in attacco. Protagonista assoluto del derby milanese, almeno inizialmente, è però il gelo, con la tempearatura che a S. Siro scende sotto lo zero e rende il campo estremamente scivoloso. Il grande freddo, comunque, non blocca la sfida tra Milan e Inter, che si accende già al 5′ con un gol di testa di Thiago Motta annullato per una precedente posizione di fuorigioco da parte di Milito e Samuel. E’ il primo squillo dell’Inter che dopo, però, si chiude nella propria metà campo e subisce l’iniziativa del Milan. I rossoneri cercano molto Pato che, defilato sulla sinistra, si accentra e cerca l’uno-due con Ibrahimovic. Proprio il brasiliano ha una buona occasione su un rimpallo, ma calcia alto.

Poco dopo è Boateng, sugli sviluppi di uno schema su calcio d’angolo, a mandare fuori da buona posizione. Il Milan, senza incantare, prova comunque a fare gioco e alla mezz’ora crea un’altra occasione con un colpo di tacco di Ibrahimovic che sorvola di poco la traversa. L’Inter, con qualche affanno, sembra riuscire a contenere la presisone rossonera e, a cinque dal termine del primo tempo, costruisce un’altra azione pericolosa con Alvarez che però, solo davanti ad Abbiati, calcia sul portiere in uscita. Nel finale arriva la risposta del Milan che prima colpisce la traversa con Van Bommel e poi, sulla ribattuta, sfiora il gol con Emanuleson, fermato in cornere da un attento Julio Cesar.

Milan in pressione anche in avvio di ripresa. I rossoneri mantengono il possesso palla e cercano di scardinare la retroguardia nerazzurra. L’operazione, però, si rivela più difficile del previsto perchè l’Inter si difende bene, ed è pronta a ripartire in contropiede. Al 54′ poi, arriva anche il gol del vantaggio per i nerazzurri: errore di Abate che si fa superare da Milito. Il ‘principe’ si conferma implacabile sotto porta, e fulmina Abbiati con un preciso diagonale sinistro. Il Milan accusa il colpo, e fatica a tornare in partita. Ibrahimovic prova a scuotere i suoi, ma trova scarsa collaborazione in Pato e Boateng. Allegri decide, allora, di cambiare: Robinho entra per Zambrotta, con Emanuelson che passa a fare il terzino sinistro.

Nell’Inter Chivu prende il posto di Alvarez. I rossoneri cercano di riprendersi la partita, ma si affidano troppo alle iniziative personali e rende la vita più facile a Zanetti e compagni. A 15′ dal termine nell’Inter Milito lascia spazio a Sneijder, mentre nel Milan Seedorf rileva Nocerino. Dall’olandese arriva un guizzo per i rossoneri, ma la sua conclusione dal limite viene respinta da Julio Cesar. Poco dopo El Sharawy entra per Pato, e da una sua iniziativa nasce un’altra occasione-gol che Robinho non riesce a sfruttare al meglio. I minuti finali della gara sono un assedio del Milan alla porta dell’Inter. Un assedio senza esito, però, perché il risultato non cambia: al 93′ il boato di San Siro è quello della Milano nerazzurro e il derby va ai nerazzurri.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xnpnm7_ac-milan-0-1-inter-milan_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti