Tanti siciliani sulla nave affondata e tra loro l’artista catanese Antonello Tonna: “mi sono lanciato in mare”

Antonello Tonna

A bordo della “Costa Concordia”, naufragata nell’Isola del Giglio, ci sarebbero stati una decina di siciliani, alcuni dei quali anche componenti dell’equipaggio

Fra gli ospiti della nave da crociera, anche il pianista catanese, Antonello Tonna, musicista e cantante molto noto negli ambienti taorminesi e dell’etneo.

L’artista ha raccontato in lacrime quei momenti terribili. “Mi sono lanciato in mare perchè la barca si inclinava sempre di più. Avevo un salvagente ed ho tentato di salire a bordo di una scialuppa che però imbarcava acqua. Così ho deciso di raggiungere a nuoto gli scogli”.

Piange e fa fatica a raccontare l’accaduto il maestro Tonna, uno dei 4200 che hanno visto il terrore con i loro occhi e vissuto la notte più tremenda della loro vita. Uno squarcio di 70 metri sul fianco dello scafo: da quel momento l’inferno e la “Costa Concordia”, la più grande nave da crociera italiana, che naufraga a largo sugli scogli dell’Isola del Giglio.

“Per mia fortuna – ha detto Tonna – non mi sono fatto prendere dal panico, ma è stata una tragedia indescrivibile”. Alla fine Tonna ce l’ha fatta e per un artista che al pianobar ha regalato nella sua vita tante belle emozioni al pubblico, stavolta l’emozione più difficile da reggere l’ha vissuta lui.  

Tonna, spesso in tv nel programma di Antenna Sicilia “Insieme, è stato anche pianista del mitico “ToutVa” a Taormina, persona stimata e dunque tuttora ritenuto tra i protagonisti e personaggi simbolo negli anni d’oro in un night simbolo della città del Centauro. Ancora oggi il maestro Tonna è protagonista di alto livello in alcuni locali ed importanti alberghi della Perla dello Jonio.

© Riproduzione Riservata

Commenti