Al “Massimino” gara interrotta al 65′ sull’1-1 (reti di Legrottaglie e De Rossi): si recupera l’8 o il 15 febbraio

Almiron festeggia Legrottaglie

Ci pensa la pioggia, dopo quattro vittorie consecutive, a fermare la Roma di Luis Enrique. Al 20′ del secondo tempo, sul risultato di 1-1 (gol di Legrottaglie al 25′ e De Rossi al 28′), Tagliavento decide di sospendere la gara di Catania per impraticabilità del campo a causa del diluvio abbattutosi sul terreno del Massimino.

Un peccato, perché nel primo tempo la gara è stata bella ed emozionante. Rispetto all’ultima di campionato con il Chievo, Luis Enrique conferma in blocco centrocampo e attacco. Borini, a segno con la Fiorentina, parte quindi dalla panchina. Due cambi, invece, in difesa dove Rosi e Kjaer prendono il posto di José Angel e Heinze. Sull’entusiasmo degli ultimi risultati, i giallorossi partono forte sfruttando il feeling tra Totti e Lamela. Al 16′ episodio dubbio in area catanese: Rosi cade dopo un contatto con Alvarez, ma Tagliavento lascia proseguire. Con il passare dei minuti, però, la crescita del Catania e la pioggia battente (sul campo inzuppato molti giallorossi scivolano facendo intendere di aver sbagliato tacchetti) frenano la squadra di Luis Enrique.

Il tridente scelto da Montella, con Barrientos, Bergessio e Gomez pronti a scattare in contropiede su ogni errore avversario, manda in tilt la difesa romanista. Al 23′ Kjaer salva sulla linea su una conclusione di Barrientos. 2′ dopo, però, è Legrottaglie a battere Stekelenburg con un colpo di testa su calcio di punizione. La Roma è stordita e sembra sul punto di sfaldarsi, ma al 28′ un calcio d’angolo di Totti offre a De Rossi la palla del pareggio: colpo di testa e 1-1. Nonostante il pareggio immediato, la Roma continua a lasciare troppi spazi per i contropiede siciliani. Pjanic e Simplicio sono in difficoltà e il Catania si scatena. Tra il 41′ e il 44′ la squadra di Montella crea tre nitide occasioni da gol, ma nell’ordine Barrientos, Bergessio e Gomez non riescono a concretizzare.

Il Catania parte forte anche in avvio di ripresa. Al 6′ Alvarez prova a sorprendere Stekelenburg con un tiro da fuori che finisce alto di poco. La pioggia intanto non dà tregua e il campo è sempre più pesante, con intere zone allagate. Tagliavento fa una prima verifica del campo e decide di far proseguire la gara. Luis Enrique allora cambia sorprendendo tutti: fuori De Rossi (ammonito) e Totti (un po’ affaticato alla terza partita in una settimana), dentro Gago e Borini. Il terreno di gioco, però, peggiora ancora e al 20′ Tagliavento interrompe la partita.

Dopo aver escluso di riprendere la sfida domani pomeriggio (le previsioni su Catania non prevedono nessun miglioramento), si è deciso che la partita proseguirà l’8 ol il 15 febbraio. L’8 se la Roma sarà eliminata ai quarti di finale di Coppa Italia con la Juve (partita in calendario il 24 gennaio a Torino), il 15 se la squadra di Luis Enrique passerà il turno.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xnoy61_catania-roma-1-1-fino-al-68_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti