“L’Esecutivo Monti è ostile alla povera gente. Siamo alle soglie di uno scontro per cacciare questa classe politica”

Mario Monti

I giorni passano, si continua a parlare di manovre e tasse, Europa, spread, e quant’altro ancora: ma la morale della favola è che Mario Monti con il suo governo non ha ancora fatto nulla in favore della povera gente.

L’anomalia del costo dei politici non è solo negli stipendi ma soprattutto nelle altre voci. Siamo alle soglie di una rivolta sociale? E la soluzione? La risposta sembra abbastanza semplice se si ascolta il malumore di milioni di italiani che vorrebbero la “cacciata” di tanti inutili politici di destra e sinistra.

“I politici italiani sono i meglio pagati in Europa. Io lo so per esperienza: sono stato parlamentare europeo e avevo lo stesso trattamento dei senatori italiani, dunque conosco la differenza che c’è rispetto ad altri parlamentari che hanno retribuzioni molto più modeste”. Non ha dubbi, alla luce della sua esperienza di scrittore, giornalista ed ex politico, Giulietto Chiesa, che in un articolo su “Cado in piedi” attacca la politica di “casa nostra” e stronca il governo Monti.

“L’anomalia – spiega Chiesa – non riguarda soltanto lo stipendio, ma comprende un insieme di privilegi che costituiscono, per i parlamentari italiani, un notevole vantaggio”.

“I costi della politica non sono tanto quelli degli stipendi, che devono essere secondo me equiparati soprattutto per quanto riguarda i trattamenti di fine rapporto, ma anche i trattamenti pensionistici devono essere ridotti, su questo non c’è dubbio”.

E gli attentati ad Equitalia? “Secondo me si stanno manifestando i primi segni di una rivolta di massa grave, perché c’è uno stacco nettissimo tra coloro che prendono le decisioni e coloro che sono costretti a subirle, non c’è nessuna partecipazione popolare alle scelte che vengono compiute dai governanti, emergono un distacco e una sfiducia totali che ormai investono gran parte dell’elettorato”.

“Quanti hanno compreso qual è la situazione non vanno più a votare o non hanno comunque fiducia più nei partiti, quindi siamo di fronte a una vera e popola crisi della democrazia in Italia e in Europa. Non vedere questo significa essere ciechi, e non vorrei che i nostri dirigenti politici, a cominciare dal Capo del Governo, facessero lo stesso errore della Regina di Francia che diceva del popolo in rivolta: ‘Se non hanno il pane da mangiare, mangino le brioches’. Stiano attenti i governanti che stanno costruendo manovre lacrime e sangue che rischiano di provocare una rivolta generalizzata”.

“A questo riguardo, ci sono due rivolte possibili che possono accadere in Italia: la prima, è una rivolta giusta, seria, organizzata, per cacciare via tutta intera questa classe politica corrotta e ignorante; la seconda, potrebbe essere una jacquerie, una rivolta insensata in cui tutti combatteranno contro tutti senza un obiettivo preciso da perseguire e realizzare. Io mi auguro che si verifichi la prima, e lo sottolineo, spero che avvenga una rivolta dei cittadini che chiedono l’applicazione della Costituzione di questo paese, che non è mai stata applicata e che adesso ci vogliono portare via delegando le funzioni dello Stato italiano all’Europa, che non rappresenta né gli italiani, né gli europei”.

“Se ci sarà una rivolta per l’applicazione della Costituzione e di tutti i diritti e i doveri che essa comprende, sarà una rivolta salutare: l’obiettivo, è quello di cacciare via tutti i politici di destra e di sinistra che stanno dominando la situazione del paese, bisogna letteralmente levarli di torno e sostituirli con una classe politica decisamente più equa. In Parlamento, ad esempio, non ci sono più operai, ci sono soltanto in gran parte professionisti della politica o professionisti delle professioni nobili: avvocati, medici, notai, tutta gente che naturalmente ha diritto di essere rappresentata, ma non in queste proporzioni assolutamente inaccettabili. I lavoratori, e dunque il Paese, non sono rappresentati in Parlamento. Questo è un governo classista, ostile alla povera gente”.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xngl5f_governo-monti-un-governo-classista-che-tassa-la-povera-gente_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti