La popstar irlandese soffre di depressione. Disperato appello su Twitter: “aiutatemi a trovare uno psichiatra”

Sinead O'Connor

Da giorni su Twitter lanciava messaggi disperati e, alla fine, Sinead O’Conner ha tentato il suicidio. A darne notizia è l’Huffington Post secondo cui la cantante irlandese è stata ricoverata mercoledì sera a Dublino per un’overdose di farmaci.

La star di “The Nothing Compares 2 U”, 45 anni, ha alle spalle una lunga storia di depressione e nel 2003 le è stata diagnosticata una sindrome bipolare, come lei stessa ha raccontato nel 2007 nel corso dell'”Oprah Winfrey Show”. Inoltre ha tentato il suicidio il giorno del suo 33esimo compleanno, l’8 dicembre 1999. Già nei giorni precedenti al l’ultimo tentativo di togliersi la vita, Sinead aveva pubblicato sul suo profilo di Twitter un’allarmante e confusa supplica ai suoi fan perché l’aiutassero a trovare un sostegno psichiatrico.

«Realizzo che sarò nei guai nel fare ciò, ma l’Irlanda è un posto molto difficile per trovare aiuto. Così, dopo aver cercato prima con altri mezzi, ora chiedo se qualcuno conosce uno psichiatra a Dublino o a Wicklow (la contea nell’area della capitale irlandese in cui vive la cantante, ndr) che possa vedermi urgentemente oggi? Sto davvero male e sono in pericolo», ha scritto in un tweet.

Sinead, che ha quattro figli da relazioni precedenti, è recentemente tornata col quarto marito, il terapista irlandese Barry Herridge, che ha conosciuto sempre grazie a Twitter. I due si erano sposati l’8 dicembre a Las Vegas ma dopo soli 16 giorni l’artista irlandese aveva deciso di rompere la relazione, tornando poi sui suoi passi. Ma non solo. Secondo indiscrezioni la cantante sarebbe andata in overdose proprio durante la prima notte di nozze.

© Riproduzione Riservata

Commenti