Annuncio a sorpresa del Comitato: per la stagione 2012 stop a nuove nomine, solo collaborazioni sponsorizzate

Taormina Arte cerca collaborazioni sponsorizzate

La programmazione della stagione 2012 di Taormina Arte parte con una sorpresa: il Comitato TaoArte ha deciso di non nominare direttori artistici per le tre sezioni della rassegna.

Al momento sono scaduti, com’è noto, gli impegni contrattuali con Deborah Young (sezione Cinema), Simona Celi (Teatro) ed Enrico Castiglione (Musica e Danza).

Nelle scorse ore si sono riuniti per fare il punto della situazione il sindaco di Taormina, Mauro Passalacqua, il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, e il presidente della Provincia, Nanni Ricevuto.

E al termine del vertice è stata annunciata la decisione che per quest’anno non verranno poste in essere le nomine di un responsabile artistico per ciascuna delle tre sezioni che compongono TaoArte. Il Comitato, almeno per adesso, ha deciso di varare una linea alternativa che prevede, invece, degli incarichi per singoli eventi.

Sarà chiesto cioè a vari professionisti di farsi avanti nel proporre per l’estate di TaoArte eventi e spettacoli che dovranno avere al contempo di un supporto economico tramite sponsor. Verranno quindi fatte valutazioni e assunti impegni, da parte di TaoArte, di volta in volta e con una formula “a progetto”.

Il Comitato parla di un percorso operativo che dovrebbe essere fondato su “linee di sostenibilità artistica ed economica”.

Insomma Taormina Arte si avvierebbe a vivere una sorta di anno “cuscinetto”, nel quale si intrecciano molteplici congiunture e fattori di incertezza per il futuro che detterebbero la necessità di strategie ponte con le quali razionalizzare la spesa e contenere gli impegni di budget. Il finanziamento 2011 previsto dalla Regione per TaoArte è già stato stanziato nei mesi scorsi (manca soltanto un piccolo acconto) mentre su quello 2012 il primo acconto che è atteso al momento è di circa 500 mila euro.

All’orizzonte c’è anche il 2013, che sarà poi l’anno delle tornate elettorali, e la cui incombenza – unitamente alle ristrettezze economiche – frena i margini di manovra per eventuali scelte o impegni a lungo termine. In ogni caso, non è un momento florido per Taormina Arte: il calendario corre veloce, c’è l’esigenza di recuperare il tempo perduto e intanto far fronte ai ritardi nei pagamenti richiesti dalle produzioni e dai vari addetti ai lavori della kermesse.

Queste incombenze sembrano già un passaggio chiave per affrontare senza patemi l’estate 2012 e allontanare lo spettro di contenziosi.

“Entro il 20 febbraio contiamo di avere pronti i programmi”, fa sapere Passalacqua: “nell’incertezza del momento, abbiamo deciso di avvalerci di collaborazioni sponsorizzate, che possano supportare Taormina Arte in termini sia artistici che economici”. Stamane partiranno delle lettere di “invito” ai tre direttori artistici uscenti, ed al contempo verrà trasmessa una lettera anche ad altri professionisti che si sono già fatti avanti nei mesi recenti o che potrebbero farlo adesso.

Per il Festival del Cinema ci sarebbero ancora alte chanche che il Festival venga preso in mano dalla giornalista e scrittrice Laura Delli Colli. Ma dall’estero c’è anche una proposta di intesa fatta pervenire dal “Tribeca Film Festival”, fondato a New York nel 2002 da Jane Rosenthal e Robert De Niro. In tal senso viene cioè ipotizzata l’idea di fare nella città del Centauro un “Tribeca Taormina Film Festival”.

Analogo status di incertezza nella sezione Teatro sin qui diretta dalla Celi, e lo stesso vale per la Musica e Danza dove andrà risolto in via definitiva il “caso Castiglione”, il cui contratto è scaduto il 30 settembre scorso e che tuttavia aveva già presentato insieme al Comitato il programma per il 2012-13 (conferenza stampa del 26 agosto 2010 e poi il 25 agosto 2011).

A breve si saprà se verranno poi confermate o se salteranno le preannunciate opere “Bohème” e “Il barbiere di Siviglia” (che prevedeva la regia di Woody Allen).

Nella “Musica” restano d’attualità le indiscrezioni che indicano una possibile collaborazione tra TaoArte e Alberto Veronesi, direttore Stabile della Orchestra della Fondazione Teatro Petruzzelli di Bari, che a Taormina ha diretto nell’estate 2011 il “Sicilia Opera Festival”.

Anche Veronesi, come confermato nelle scorse ore da Passalacqua, sarà tra i destinatari delle lettere di Taormina Arte.

Adesso scatta l’ora x per definire l’assetto di un anno di transizione e austerity che dia adeguate risposte alle aspettative del pubblico. C’è da preparare i programmi, senza dimenticare che andrà pure avviata poi la vendita dei biglietti che la scorsa stagione era partita con un anno d’anticipo e per il 2012 è in largo ritardo. La situazione resta comunque aperta a nuovi sviluppi e ulteriori correttivi in corsa.

© Riproduzione Riservata

Commenti