Tra gli effetti inquietanti della crisi c’è l’aumento dei suicidi: il governo stanga, i poveri non ce la fanno più

tasse "killer"

La manovra varata dal governo Monti sta producendo i suoi terribili effetti. Solo pochi giorni fa, sono stati ritrovati i resti dei coniugi De Salvo, due anziani baresi morti suicidi perché gente onesta e dignitosa.

Dalle testimonianze, sembra che i due avessero organizzato alla perfezione gli ultimi giorni della loro esistenza, prima di togliersi la vita. Sono sempre più frequenti le notizie di cronaca riguardanti persone disperate che non trovano altra soluzione alla morte, dinanzi alla disperazione e alla solitudine.

Salvatore De Salvo, la vittima, aveva perso il lavoro e da allora non era più riuscito a trovare un’altra occupazione. Hanno pensato bene di farla finita, come di recente hanno fatto anche altri anziani dinanzi alla vile prepotenza dello stato.

E mentre la gente incomincia a morire per il troppo carico fiscale, c’è chi festeggia il capodanno nei palazzi del potere per poi giustificarsi di aver sostenuto le spese di propria tasca; c’è chi riceve in dono una vacanza di lusso e stranamente non sa nemmeno chi sia il benefattore e chi invece trascorre le vacanze alle Maldive, bevendo e mangiando caviale e champagne, giustificando tale trasferta come viaggio di nozze.

Non se ne può più di questa Italia stramarcia, in un paese governato da soggetti considerati rispettabili solo, perché indossano giacca e cravatta. In troppi fanno parte tutti della stessa “cricca” e quel che è peggio e che si coprono a vicenda.

Si ha l’impressione di essersi addentrati in un tunnel cui non si vede l’uscita. Un tunnel colmo di “melma”, e nel quale se non si fa attenzione ci si sprofonderà come nelle sabbie mobili. E, mentre la gente muore perché è meglio morire che andare a pranzare alla mensa dei poveri, o, recarsi in chiesa a chiedere aiuto a qualche parroco dell’animo pio, si buttano milioni di euro per finanziare le missioni militari all’estero, che poi a cosa servono?

Si sperperano soldi per acquistare caccia bombardieri, siamo forse in guerra? E, mentre la gente muore perché perde il lavoro, perché non può mandare i figli a scuola, la tv manda lo spot che ricorda agli italiani di pagare il canone Rai, mentre i soldi dei contribuenti, sono utilizzati per strapagare ex calciatori per la sola partecipazione a un programma che solo a guardarlo fa torcere lo stomaco. É che dire delle cifre stratosferiche che da lì a poco la Rai sborserà in occasione del Festival di Sanremo?

E mentre il governo Monti continuerà impassibile nel suo progetto d’indebolimento e annientamento del ceto sociale medio-basso a favore di quella “aristocratica”, l’Italia muore.

© Riproduzione Riservata

Commenti