Bianconeri vincono 1-0 a Lecce (decide Matri), Ibra e Boateng lanciano i rossoneri a Bergamo. Bene la Roma

Ibra e Boateng fanno festa

Juventus e Milan rispondono all’Udinese e si riprendono subito la vetta della classifica. I rossoneri vincono 2-0 in casa dell’Atalanta con i gol di Ibrahimovic su rigore e Boateng. I bianconeri battono il Lecce per 1-0 grazie al gol di Matri appena entrato al posto di Quagliarella, che si è infortunato allo zigomo sinistro in uno scontro di gioco.

Vittoria preziosissima per il Milan che oltre a mantenere la testa della classifica, tiene a distanza l’Inter in vista del derby di domenica prossima, che si preannuncia spettacolare. La distanza tra le due squadre adesso è di otto punti.

Decisivo ancora una volta Ibrahimovic, autore di un gol su rigore e di un assist per il raddoppio di Boateng. Ha fatto la sua parte anche Pato, che ha ripagato la fiducia di Allegri procurandosi il rigore che ha permesso ai rossoneri di sbloccare la partita.

A trascinare la Juve è Matri. Conte aveva deciso di lasciarlo fuori, schierando titolare Quagliarella con Vucinic. Il destino però ha voluto che l’attaccante napoletano uscisse per infortunio e proprio Matri – entrato al suo posto – trovasse il gol che ha deciso la partita. Il settimo sigillo in campionato. È lui il bomber della Juve, in attesa di Borriello che al Via del Mare non c’era, anche se i tifosi della Juve gli hanno dedicato qualche striscione non proprio amichevole. L’ex attaccante della Roma dovrà faticare molto per conquistarsi un posto tra i titolari e farsi perdonare il rifiuto dell’anno scorso.

La Roma vince ancora e batte stavolta 2-0 il Chievo. Anche senza Osvaldo la squadra di Luis Enrique convince sempre di più, soprattutto ora che si è sbloccato Francesco Totti. Il capitano della Roma ha segnato i suoi primi due gol in campionato, su rigore, e ha festeggiato con la maglietta con scritto: «Scusate il ritardo». È il terzo successo consecutivo per i giallorossi che hanno subito solo un gol nelle ultime tre gare. Un dato molto confortante visto che proprio la difesa era uno dei più grossi punti deboli della squadra di Luis Enrique nella prima parte del campionato. Non ha sfigurato nemmeno Bojan. Lamela continua a crescere e far vedere la sua classe.

Nell’anticipo domenicale di mezzogiorno vince anche l’Udinese 4-1 contro il Cesena, con una doppietta del “solito” Totò Di Natale.

La Fiorentina vince per 3-0 sul sintetico del Novara nella settimana in cui dà l’addio a Gilardino. La squadra risponde alle contestazioni dei tifosi con una bella prova corale, che porta alla doppietta di Jovetic e la rete di Montolivo. Gilardino invece resta a secco al suo debutto con il Genoa e vede la sua nuova squadra perdere per 3-0 in casa del Cagliari. In chiave salvezza preziosa vittoria del Bologna, che batte il Catania per 2-0 con i gol di Cherubin e Di Vaio.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xnj4ua_lecce-0-1-juventus_sport[/dailymotion]

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xnj69h_atalanta-milan-0-2-8-gen-2011-highlights_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti