Si chiama Annie ed è insieme a lei che il giovane vuole dimenticare Amanda Knox e gli anni trascorsi in carcere

Raffaele Sollecito con Annie

Una nuova fiamma per Raffaele Sollecito. Il giovane, assolto in secondo grado dall’accusa di avere ucciso la studentessa inglese Meredith Kercker, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook tre foto di una ragazza italiana, Annie. In una di queste la giovane assume una posa da diva, nelle altre i due sono abbracciati.

«Una frequentazione normale con una ragazza». A parlare è Francesco Sollecito, il padre di Raffaele , raggiunto dall’Ansa. «La conoscevo già – dice il padre Francesco riferendosi alla giovane ora frequentata dal figlio – perchè è una nostra lontana parente ma non ci siamo mai frequentati assiduamente».

Quando venne arrestato per l’omicidio di Meredith Kercher – delitto avvenuto a Perugia nella notte del 1 novembre 2007 – il giovane era fidanzato con la giovane americana Amanda Knox, processata e assolta con le stesse accuse. Knox ora è tornata a Seattle, mentre Sollecito vive invece con la famiglia in Puglia.

«Dopo i quasi quattro anni passati in carcere – afferma ancora Francesco Sollecito – mio figlio si sta piano piano riabituando alla vita. Però non è una cosa semplice. Ha tra l’altro ripreso i contatti con l’Università di Verona per la laurea specialistica in ingegneria informatica e a breve andremo in quella città per definire il percorso da seguire».

© Riproduzione Riservata

Commenti