In pista Vieri, Rivera, Tatangelo: il programma dal 7 su Rai1. Milly Carlucci: “basta polemiche su costi e plagi”

Milly Carlucci

Calciatori, attori e cantanti scenderanno in pista dal 7 gennaio su RaiUno per l’ottava edizione di “Ballando con le stelle”, la gara di ballo condotta da Milly Carlucci.

Tra i dodici volti noti quest’anno spiccano i nomi dei calciatori Gianni Rivera e Bobo Vieri, della cantante Anna Tatangelo e di Lucrezia Lante Della Rovere. I loro rivali saranno: il calciatore Marco Del Vecchio, l’ex Miss Italia Claudia Andreatti, il giovanissimo attore argentino Gil Andres, la cantante greca Ria Antoniu, gli attori Alex Belli e Sergio Assisi, il giornalista Stefano Campagna e la protagonista dell’ultimo film di Leonardo Pieraccioni, la cubana Ariadna Romero.

“La forza di questo programma è il cast e ogni anno dobbiamo stupire più del precedente” ha affermato la Carlucci, che ha voluto gettare acqua su alcune polemiche nate attorno al programma. “Per quel che riguarda i costi anche quest’anno siamo rimasti nei limiti richiesti dalla Rai, facendo dei tagli, ma voglio sottolineare che il nostro programma si alimenta da solo, con telepromozioni, pubblicità e vendita di CD” ha affermato la presentatrice.

In merito alla vicenda che l’ha vista protagonista contro il programma-clone di Mediaset “Baila”, la Carlucci ha rivelato: “Ci sono state due sentenze che hanno rilevato contraffazione e plagio nel programma concorrente. Con questa azione si stabilisce che non si può copiare in tv, che ognuno deve trovare idee nuove per fare programmi, cosa sempre più importante in un panorama fatto di tanti canali televisivi”.

I dodici protagonisti, accompagnati dai loro maestri di ballo, stanno già provando per il loro debutto: “E’ faticosissimo e difficile, con due allenamenti al giorno, ma anche molto divertente. – ha affermato Vieri, che ha spiegato – Io volevo imparare a ballare e sono qui per questo, non mi interessano le polemiche sulla mia partecipazione”. Rivera a questo proposito ha sottolineato sorridendo: “Sono diventato un mito andando in giro per il mondo in mutande, non capisco tanto stupore e polemiche ora che mi presento in smoking” ha detto.

© Riproduzione Riservata

Commenti