Ultimi preparativi per la 4a edizione dell’evento, in programma venerdì alle 18 al Palazzo dei Congressi

Premio Le Colonne-Città di Taormina

Si rinnova l’appuntamento annuale con il “Premio Città di Taormina”. La cerimonia avrà luogo venerdì (6 gennaio), alle ore 18, al Palazzo dei Congressi

L’evento, organizzato dal Comune di Taormina e nella fattispecie a cura della presidenza del Consiglio (sovrintesa da Eugenio Raneri), è giunto alla quarta edizione.

Nel giorno della “Befana”, saranno premiati il 6 gennaio al Palazzo dei Congressi: il tenore taorminese Aldo Filistad, Egisto Scimone (fratello del “mitico” Chico e protagonista degli “anni d’oro” di Taormina nelle notti de “La Giara”), le Suore Francescane Missionarie di Maria e Salvatore Martorana, storico albergatore taorminese.

La serata in programma sarà allietata da momenti musicali con le magistrali esecuzioni dell’Orchestra a Plettro Città di Taormina (diretta dal maestro Antonino Pellitteri) ed il Coro Francescano, e l’Associazione Danza Taormina.

Il Premio Città di Taormina viene assegnato a personalità che si sono distinte nel proprio impegno elevando l’immagine della “Perla dello Jonio” in Italia e nel mondo.

Il riconoscimento consiste in una statuetta della Centauressa, simbolo della città, per l’occasione ideata e realizzata dalle pregiate mani delle orafe di ”Alvaro e Currenti”.

Verrà anche assegnato il “Premio Enrico Lo Turco” 2011 (a cura dell’Associazione Albergatori di Taormina) a Francesco Moschella, albergatore taorminese anche lui protagonista negli “anni d’oro” della città.

Confermata anche l’assegnazione di una Borsa di Studio in memoria di Flaviana Ferri, compianta figura di rilievo della storia recente di Taormina.

La cerimonia – che, ricordiamo, sarà ad ingresso libero – verrà presentata da Daniela Di Leo, e vedrà la presenza anche di Saretto Bambara e “Sbirula”.

Nel corso dell’evento ci sarà spazio, inoltre, per il Proyecto Corazon (con la partecipazione straordinaria di Daniel Zappa), l’Associazione Imprenditori per Taormina e l’Associazione “Arte&Cultura a Taormina”.

Tutto è pronto, dunque, per un appuntamento che si preannuncia di assoluto livello ed un momento di cultura che intende celebrare, nei suoi vari interpreti, la “taorminesità senza tempo”, non soltanto con uno sguardo ai fasti del passato ma anche e soprattutto per il futuro e le giovani generazioni.

© Riproduzione Riservata

Commenti